panorami :  al tramonto, di primo mattino, all'alba

lo stemma comunale di Castell'Alfero

   visita il nuovo sito  

 

la frazione Callianetto

 


Secondo il Decanis Callianetto fu probabilmente fondato da abitanti di Calliano, i quali negli anni in cui tumultuose vicende civili insanguinarono l'astigiano, si erano rifugiati in questa zona, che a quei tempi risultava intricata e boscosa; questi avevano voluto nominare il nuovo abitato col nome diminutivo del proprio paese di origine.

La parrocchiale della frazione Ŕ intitolata alla S. Maria dell'Annunziata.
La chiesa di Callianetto viene attestata per la prima volta il 2 novembre 1265: in un documento il vescovo di Asti proibisce ai "consoli" di Callianetto la pratica di ogni funzione religiosa. 
La presenza di "consoli" evidenzia un'autonomia amministrativa dell'abitato.

Nel fitto dei boschi di Callianetto, verso i confini con Cossombrato, si vedevano fino ad inizio '900 alcuni ruderi di una torre dell'antico castello del Salice Verde, ove la tradizione dice che trovarono rifugio personaggi della stirpe dei Savoia durante la pestilenza di Torino nel 1832. 

A questa frazione il vanto di aver dato i natali alla simpatica e popolare maschera Gianduja e la localitÓ Ŕ perci˛ nota in tutto il Piemonte, essendo questa maschera il simbolo carnevalesco della regione.
Per merito della "Famija Turineisa"  e della "Associassion PiemontŔisa" si continua a tenere viva la tradizione, anche con il "Ciabot 'd Gianduja", simbolica casa natale della maschera.

E' rinomata l'arte culinaria di Callianetto che ha come piatto forte un prelibato Fritto Misto, portata tipica piemontese celebrata con una festa dedicata che si tiene ogni anno a fine giugno.

Molto attiva lo Pro Loco di Callianetto che partecipa tra l'altro al Festival delle Sagre ad Asti, rinomata manifestazione che celebra la vita contadina, dove ha raccolto molti premi in svariate edizioni. Recentemente la Pro Loco ha realizzato un suo sito internet all'indirizzo www.prolococallianetto.org 

A Callianetto si trovano alcuni impianti sportivi:
il campo da tamburello dove la squadra di tamburello del Callianetto (serie A) disputa le partite casalinghe;
*  campo da calcetto;
*  parco giochi per bambini;
*  maneggio.

 

l'affresco sopra il portale principale della chiesa parrocchiale
affresco sopra il portale principale 
della Chiesa parrocchiale

il monumento ai caduti
il monumento ai caduti

il Ciabot 'd Gianduja
il Ciabot 'd Gianduja

 

 

Gianduja
Gianduja

 

 

la chiesa parrocchiale
la chiesa parrocchiale

  

Bibliografia:
-  DEZZANI Gen. Edoardo - La valle del Torrente Versa ed i suoi castelli -1959

 

torna alla home page castellalfero (:-) e-mail castellalfero (-:) ritorna ad inizio pagina

  

Castell'Alfero
Comune della Provincia di Asti
CAP 14033

    

Fase Web ę2001-05