Home Account Turismo Mappe e percorsi Tour virtuale Da visitare Romanico Personaggi G.B. De Rolandis Storia Scopri Foto Notizie Valle Versa Museo 'L Ciar
il Tricolore della Bandiera Italiana č nato a Castell'Alfero
Menu' del sito
Home Page
Notizie
Invia articolo
Archivio notizie
Argomenti

Scopri Castell'Alfero
Articoli piu' letti
Articoli piu' votati

Calendario degli eventi
Aggiungi un'evento

Download
Invia
Piů scaricati
Piů votati

Links
Segnala un Link
Links piů visitati
Links piů votati

Sondaggi
Cartoline virtuali
Guarda cartolina
Cartoline inviate e ricevute

Domande frequenti
Foto del Giorno
Previsioni meteo castellalferesi
Temperatura e Pioggia realtime
Mappa del sito
Contattaci
ARPA Piemonte - BOLLETTINI
TG3 Piemonte ULTIM'ORA
TG3 Piemonte Meteo video
CCISS viabilitŕ e Isoradio
Farmacie di turno ad Asti
Notizie RSS
Fasi Lunari
L'ora nel mondo
Banner pubblicitari

Scopri Castell'Alfero
CENNI STORICI
 » Cronologia
COMUNE
COMUNITA' COLLINARE
DA VISITARE
 » Castello dei Conti Amico
 » Chiesa romanica Madonna della Neve
 » Museo 'L CIAR
 » Roseto della Sorpresa
IL TRICOLORE
LAFRANCAISE
LAVORO
 » Cassa Integrazione
 » Riforma TFR
 » Sentenze
LE REALTA'
 » Anime del Castello
 » Comitato Palio
 » Gruppo CRI
 » Pro Loco Callianetto
 » Sezione AVIS
PARROCCHIE
PERSONAGGI
 » Alan Silvestri
 » Attilio Martinetto
 » Enrico Iviglia
 » Famiglia Amico
 » Famiglia De Rolandis
 » Gianduja
 » Kenneth Scharf
 » Luciano Ravizza
SPORT
TERRITORIO-POPOLAZIONE
TURISMO
 » Manifestazioni
 » Mappe e percorsi
 » Mostre
 » Romanico in valle Versa
 » Video turistici
 » Viviverde
VARIE
 » Libri

Conosci Castell'Alfero

Castell'Alfero su Facebook

Tour virtuale 3D di Castell'Alfero

Web ufficiale del Comune

Forum su Castell'Alfero

Foto: scorci

Foto: panorami

Foto: notturne

Foto d'epoca: panorami

Foto d'epoca: luoghi

Foto d'epoca: persone

Sfondi per il desktop

Piemonteis Val Versa

Noi di Castell'Alfero

Comunitŕ in cammino

Eventi in zona

Calendario eventi astigiani

Database turistico astigiano

Piemonte ciclabile

Trekking tra i vigneti

Itinerari per mototuristi

Botteghe del vino

Produttori vino Barbera DOCG

Produttori vino Asti DOCG

150° Unitŕ d'Italia

Consiglio Reg.Piemonte in diretta

TG Piemonte - Rete 7 video


Ultime news Piemonte e Asti
ATNews
- Asti, Gli Argonauti: “Oasi dell’Immacolata: la cometa che infiamma il dibattito pubblico e poi passa”
- Il 7° Raduno dei Babbi Natale a Monticello d’Alba fa il pieno di allegria e solidarietĂ 
- Alba: ringraziamento ai 54 Nonni Civici volontari in diverse attivitĂ  cittadine
- Alba: l’Amministrazione comunale ha ringraziato i volontari del Piedibus
- Sala gremita alla presentazione del noir “Il prossimo bersaglio sarai tu” dell’astigiano Roberto D’Angelo
- Asti, Scuola Anna Frank: grande partecipazione all’incontro “Tanti modi di parlare a PapĂ ”
- Confartigianato Asti, soppressione Sistri: il triste epilogo di un’odissea durata quasi 10 anni
- Martedì 18 dicembre variazioni di percorso autobus alla rotonda tra via Foscolo e via Marello
- A Ferrere il belvedere artistico che guarda le colline per immaginare il mare
- “Immonnezza” vince il premio “Giuria Giovani” all’Asti Film Festival



Gazzetta D'Asti
- Oro incenso mirra – Presepi nel Monferrato cresce: 9 comuni dell’Astigiano partecipano alla 3ÂŞ edizione
- Mercoledì 7 e giovedì 22 novembre chiusura temporanea degli sportelli Asp
- L’astigiano Marco Reggio vicepresidente di Coldiretti Piemonte
- Medico astigiano nello staff della stazione scientifica Concordia in Antartide
- Asti, Raffaella Romagnolo alla Libreria Alberi d’Acqua
- Maltempo, allerta gialla in Piemonte
- Filippo Ghisi è il direttore della Fondazione Asti Musei: la videointervista
- Diocesi in lutto per la scomparsa di don Burzio
- Caso Asp. I Giovani Astigiani rispondono ad Angela Motta
- Laura Calosso protagonista del caffè letterario dell’Alma

Quotidiano Piemontese - Asti
- QualitĂ  della vita: Cuneo la migliore provincia del Piemonte per Il Sole 24 Ore
- People watching in rete, intervista con Alice Avallone
- Ubriaco provoca incidente ma viene assolto perchè la polizia non lo avvisa che può chiamare un avvocato durante il test
- Soppressione dei Frecciabianca da Torino a Lecce. Balocco chiede a Trenitalia un tavolo urgente
- Finge di essere stato rapito per nascondere i suoi movimenti ai genitori
- Alba, un arresto per maltrattamenti e lesioni gravi
- L’Alta Langa Doc chiude il 2018 con 1.300.000 bottiglie
- Pubblicate le motivazioni della sentenza di Cassazione per l’omicidio Ceste: la colpevolezza di Buoninconti è l’unica lettura possibile
- Il Piemonte approva la legge Omnibus: ecco tutte le novitĂ 
- Da martedì 4 dicembre blocco del traffico per i diesel euro 4 a Torino, Asti, Alessandria, Alba e Bra

visita la Sala Stampa della Provincia di Asti
visita il sito web del Consiglio Regionale del Piemonte

Translate Italian to English Translate Italian to French Translate Italian to German Translate - Italian to Spanish Translate Italian to Dutch Translate Italian to Albanian Translate Italian to Romanian Translate Italian to Russian Translate Italian to Chinese Translate Italian to Arabic Translate Italian to Greek
 
  • LE ULTIME NEWS mantieniti sempre aggiornato sulle notizie di Castell'Alfero, ISCRIVITI ai feed RSS di castellalfero.net!

  • 6-7.10.2018 La mela dell'AISM   |  07.10.2018 visite guidate a Castello e Museo   |  Wiki Loves Monuments Italia 2018   |  28.09.2018 Gara di torte   |  28.09.2018 validazione Area elisoccorso   |  Guida Tv silvestriana dal 23 al 29 settembre   |  21.09.2018 La piů grande notte delle chitarre   |  Mostra I linguaggi diversi dell'arte   |  Guida Tv silvestriana dal 16 al 22 settembre   |  16.09.2018 ingresso ufficiale di Don Sganga a Callianet..   |  Guida Tv silvestriana dal 9 al 15 settembre   |  

  • Questi i PRINCIPALI PROSSIMI EVENTI che riguardano Castell'Alfero

  • tutti gli eventi castellalferesi del 2018 sabato 8 e domenica 9 settembre CALLIANETTO AL FESTIVAL DELLE SAGRE DI ASTI la Proloco di Callianetto partecipa con un proprio stand enogastronomico e alla sfilata del 45° festival delle Sagre, con altre 40 Proloco astigiane

    domenica 7 ottobre 2018 pomeriggio VISITE GUIDATE AL CASTELLO E AL MUSEO 'L CIAR due visite a cura del Comune e dell'Associazione C'era una volta


    Scopri Castell'Alfero : PERSONAGGI : Gianduja :

    Il Gianduja di Callianetto Data di invio 14/5/2006 Versione stampabile
    QR Code con url articolo

    Gianduja ha due secoli di vita. Ma sebbene sia stata una maschera gloriosa, una delle icone del nostro Risorgimento, l'immagine che si ha di lui è andata progressivamente svilendosi. Pensando a Gianduja si pensa al carnevale, al vino alla festa, ma l'importanza di Gianduja è di ben altra levatura.
    Per ritrovare le radici di Gianduja, bisogna tornare indietro nel tempo, fino agli ultimi anni del `700.
    A Torino, lavorava in piazza Castello un burattinaio all'epoca famosissimo, si chiamava Umberto Biancamano, ma per tutti era Giòanin d'ij osei. La tradizione vuole che fosse originario di Callianetto.
    Il burattino protagonista dei suoi lazzi comici era Gerolamo, Giròni in piemontese: ogni burattinaio porta in scena ciò che meglio conosce, la sua cultura, ed è così che anche Giròni diventa nativo di Callianetto, incarnando, stando sempre alla tradizione, lo spirito salace pieno di buon senso dei contadini piemontesi. In quegli stessi anni prestava servizio, presso la famiglia dei conti Amico, il giovanissimo Giovan Battista Sales, il futuro inventore di Gianduja.
    E’ verosimile che Sales abbia imparato l'arte burattinaia proprio da Giòanin d'ij osei, e una volta imparato il mestiere, sia partito da Torino in cerca di fortuna, essendo la "piazza" torinese già occupata dal maestro. Sales si mette in società con un burattinaio di Racconigi, Gioacchino Bellone; nel 1802 li troviamo a Genova. La città in quel periodo, dopo alterne vicende, era tornata sotto l'influenza francese. Infatti Napoleone, che aveva ristabilito la repubblica, ne aveva però eletto il doge: Gerolamo Durazzo. Per Sales e Bellone che muovono un burattino che si chiama proprio Gerolamo, doveva essere stato un invito a nozze: dentro le baracche dei burattinai è sempre entrata, direttamente o indirettamente, la satira politica: è un'attrazione naturale per il pubblico di cui il burattinaio condivide la cultura e le sorti. Stando a ciò che sostiene Maurizio Marocco, uno tra i primi ad occuparsi storicamente della figura di Gianduja, Sales e Bellone per evitare di avere noie con la giustizia, furono costretti ad abbandonare Gerolamo, o per meglio dire furono costretti a cambiare il nome al protagonista dei loro spettacoli che da Gerolamo diventò Gianduja, pur conservandone le caratteristiche.
    «Omniae un po! Ha vosciûo scaugià ô nomme de Geûmo in quello de Giandoja... ma a tutte e maine, e a figua, a facia a l'è sempre a maexima». Così almeno riporta Marocco nei suoi Frammenti di storia patria, editi a Torino da Botta nel 1867.
    Finite le repliche genovesi, Sales e Bellone girano alcuni centri minori del Piemonte tra cui "Luserna della Torre", come risulta da La malvagia Cantatrice in Londra, un copione dei due burattinai, ora conservato presso l'Istituto per i Beni Marionettistici e il Teatro Popolare, e datato 1804; si tratta della più antica attestazione rimasta del personaggio di Gianduja.
    Sales e Bellone sono ormai talmente padroni del mestiere da concepire spettacoli per essere rappresentati non nelle piazze, ma in teatri chiusi. Possono ritornare a Torino senza il timore di concorrenza. Siamo nel 1807, la maschera che muovono i due burattinai è di nuovo Gerolamo: è una scelta conveniente, perché Giròni è fortemente attestato in città grazie alla memoria di Giòanin d'ij osei. Ma proprio in quello stesso anno, il fratello minore di Napoleone, Gerolamo, viene incoronato re di Vestfalia: pronunciare in teatro il nome di Gerolamo diventa nuovamente rischioso, troppo facilmente si può incappare nell'allusione caricaturale. E infatti, quando Sales e Bellone mettono in scena una tragedia di Padre Righieri, presentata col titolo Artabano I, ovverossia Il tiranno del mondo con Gerolamo suo confidente e re per combinazione, l'intervento della polizia non si fa attendere e le conseguenze si annunciano pesanti. Verosimilmente Sales chiede protezione alla potente famiglia in cui aveva servito da ragazzino, i conti Amico, e questi, forse in omaggio ai natali di Gerolamo, indirizzano i due burattinai ai De Rolandis di Castell'Alfero, i cui possedimenti comprendevano proprio Callianetto, la patria di Giròni, all'epoca ricca di boschi e quindi luogo ideale per rifugiarvisi.
    La presenza di Sales a Castell'Alfero è documentata da un'annotazione nel diario di famiglia dei De Rolandis, che riporta la notizia di una visita del burattinaio, venuto per portar loro un'ora d'allegria.
    I De Rolandis, erano legati a vincoli di amicizia e parentela con gli Amico. Diversi anni prima, nel 1794, Giovanni Battista De Rolandis, protomartire del Risorgimento, aveva ideato con Luigi Zamboni la coccarda tricolore, prima espressione della futura bandiera italiana. In quell'ambiente pieno di fervori unitari, verranno verosimilmente definite meglio le caratteristiche di Gianduja, dato che dal loro rifugio di Callianetto, in quello che da allora in poi sarà indicato come il Ciabòt d Gianduja, Sales e Bellone decideranno di sostituire con la nuova maschera il troppo rischioso Gerolamo.
    Nasce così Gianduja, che nel suo nome ha sì la doja, il boccale, ma anche la gioja, e la sua nascita lambisce quella della coccarda tricolore che orgogliosamente farà, in seguito, sfoggio sul suo tricorno, dato che di lì a poco, Gianduja, sarà destinato a diventare uno dei principali simboli del Risorgimento.
    Sales e Bellone tornano quindi a Torino, e in un locale di via Doragrossa (l'odierna via Garibaldi) il 25 novembre del 1808 con la commedia Gli anelli magici, ovverossia Le 99 disgrazie di Gianduja, presenteranno ufficialmente la nuova maschera al pubblico della capitale sabauda. I trionfi si susseguono e Gianduja giunge ad incarnare il più autentico spirito del popolo piemontese.
    Nel 1848 con la promulgazione dello Statuto Albertino e la conseguente libertà di stampa, nascono i primi giornali satirici, come il "Fischietto" e il "Pasquino", su cui Gianduja agirà da protagonista attraverso la penna di arguti illustratori quali Redenti, Teja, Virginio, Dalsani, Silla, Gonin Gianduja esce quindi dal teatro dei burattini ed entra in quello della politica, mentre sulle scene di prosa, impersonato, intorno alla metà dell'800 dal grande Giovanni Toselli, accompagnerà la nascita del teatro piemontese.
    Dopo l'unità d'Italia, con la conseguente perdita della capitale da parte di Torino, Gianduja diventa l'emblema dei risorti carnevali torinesi. La sua immagine, ridimensionata, si lega allora a quella del vino e delle varie galuperie dolciarie, quali il torrone e soprattutto il cioccolato, in linea con il nuovo ruolo di Torino, non più capitale politica, ma capitale manifatturiera.
    E i burattini?
    Dopo la morte di Sales, avvenuta intorno al 1865, molte compagnie adottano definitivamente la maschera di Gianduja: dai Lupi, la maggiore impresa teatrale italiana di marionette, ai più umili, al confronto, burattinai girovaghi. Tra questi figurano i Niemen: le loro imprese sono a semplice conduzione familiare, ma è proprio la famiglia il loro punto forza, essendo i Niemen una delle dinastie di burattinai tra le più ramificate. E ancora oggi direttamente dall'Ottocento portano sulle piazze d'Italia la salacità di Gianduja di Callianetto, mantenendo viva una tradizione plurisecolare.

    -------------------------------------------------------------

    tratto  dal libretto GIANDUJA DA CALLIANETTO AL GRAN TEATRO DEI BURATTINI DEI FRATELLI NIEMEN, 2003
    Testo di Alfonso Cipolla e Giovanni Moretti

    Vota questo articolo | Segnala ad un amico
    Autore: Admin

    Le ultime sul sito
    Oggi · Ieri · Settimanali O  I  S 

    Non ci sono nuove negli ultimi 7 giorni
    Informazioni Turistiche   dove mangiare   dove dormire
    vai al Gruppo eventi castellalferesi su Facebook  segui Castell'Alfero su Twitter  mantieniti sempre aggiornato sulle notizie di Castell'Alfero, ISCRIVITI ai feed di castellalfero.net!  cerca su Youtube i filmati che riguardano Castell'Alfero
    fai un tour turistico virtuale di Castell'Alfero in 2D o 3D con Google Street View  vedi le foto di Castell'Alfero sulla mappa satellitare di Panoramio  vedi le foto di Castell'Alfero pubblicate su Flikcr  il Comitato Palio di Castell'Alfero che partecipa al Palio di Asti
    visita il sito web Comunale UFFICIALE
    come e dove sposarsi con rito civile a Castell'Alfero
    Castell'Alfero App e Web-app per smartphone

    Cerca nel sito

    Previsioni Meteo

    Si festeggia oggi
    Lunedě 17 dicembre 2018
    S. Olimpia - S. Lazzaro

    Foto del Giorno

    Notizie recenti
     · 6-7.10.2018 La mela dell'AISM
     · 07.10.2018 visite guidate a Castello e Museo
     · Wiki Loves Monuments Italia 2018
     · 28.09.2018 Gara di torte
     · 28.09.2018 validazione Area elisoccorso
     · Guida Tv silvestriana dal 23 al 29 settembre
     · 21.09.2018 La piů grande notte delle chitarre
     · Mostra I linguaggi diversi dell'arte
     · Guida Tv silvestriana dal 16 al 22 settembre
     · 16.09.2018 ingresso ufficiale di Don Sganga a Callianet..
     · Guida Tv silvestriana dal 9 al 15 settembre
     · 8-9.09.2018 Callianetto al Festival delle Sagre
     · Calendario scolastico 2018-19 Istituto Comprensivo
     · 04.09.2018 in edicola AVENGERS: INFINITY WAR
     · Guida Tv silvestriana dal 2 all'8 settembre
     · 02.09.2018 Convegno sui Religiosi di Frinco
     · 31.08.2018 LP picture disc AVENGERS: INFINITY WAR
     · 31.08-03.09.2018 Castello in arte
     · 02.09.2018 Palio di Asti
     · 29.08.2018 gli home video di AVENGERS: INFINITY WAR
     · 31.08-04.09.2018 Festa Patronale di Castell'Alfero
     · 31.08.2018 Cena propiziatoria al Palio di Asti
     · Guida Tv silvestriana dal 26/08 al 1°/09
     · 26.08.2018 Festa Chiesa della Stazione
     · 26.08.2018 visite guidate a Castello e Museo
     · 20.08.2018 Gita della Riconoscenza

    Chi č online
     4 visitatori
     0 iscritti

    Sei un Anonimo.
    REGISTRATI ORA!