benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > VARIE

poesia dedicata al Torrente Versa 19/4/2006

questa è una poesia dedicata al torrente Versa scritta nel 1981 dal compianto castellalferese Franco Besso


AL TORRENTE VERSA

Vecchio, taciturno torrente
che scorri lento nella verdeggiante valle,
angolo incantato per canti ragazzi spensierati
che sulle tue sponde hanno fatto i sogni più belli
guardando il cangiar dei colori delle foglie
al fremere del vento,
osservando il volo vibrante degli uccelli,
mentre saltellanti di ramo in ramo cinguettavano
per distogliere l'occhio dal nido
dove i loro piccoli attendevano il fresco verme
o il granellino di seme.

Pesciolini guizzanti e allegri nell'acquachiara
con sfumature di verde lungo le bordure del muschio.

Vecchio torrente,
tu che sapevi cambiar di umore dopo i temporali,
e mutavi quelle acque fresche e luccicanti
in ondate limacciose che trascinavano con sé
quanto incontravano sul loro cammino...

Ma finita la bufera
noi tornavamo ad amarti perché tornavi ad essere
l'unico angolo per sognare.
Le caprette tornavano a pascolare,
le cavalle richiamavano con i loro nitriti
i puledri dai mantelli vellutati
che si rincorrevano tra il verde dei prati
in galoppate forsennate.

Caro vecchio torrente
testimone dei lunghi silenzi di occhi luccicanti
che si guardavano e non osavano dirsi: ti amo!
Baci sfiorati sulla guancia per poi fuggire
timorosi di rivelare il proprio batticuore
o il rossore delle guance.

Caro, vecchio torrente,
parte della vita e dell'animo di tanti;
posto meraviglioso,
dove nel silenzio e nella solitudine
osavamo commuoverci, sorridere e piangere,
imprecare e pregare.

L'acqua che scorre tra le tue rive
è immagine della vita che va
e nella realtà delle sue battaglie s'addolcisce
nella memoria di quei sogni lontani.



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=123