benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > LE REALTA' > Anime del Castello

G.B. De Rolandis - L'origine del Tricolore 2007 23/9/2007

GIOVAN BATTISTA DE ROLANDIS – L’ORIGINE DEL TRICOLORE

Spettacolo teatrale ambientato nelle sale del Castello di Castell’Alfero


Bologna, 1794. Un gruppo di studenti capitanati dall’astigiano Giovan Battista De Rolandis e dal Bolognese Luigi Zamboni si ribella all’amministrazione Pontificia che governa la città ed organizza una congiura fondata sull’emulazione dei francesi principii di “libertà, uguaglianza e giustizia”, volta a ristabilire il sistema repubblicano nella città.
L’insegnamento dei rivoluzionari Francesi è accolto con ammirazione sovrana ma con giovanile impeto e impreparazione ed il tentativo d’insurrezione, partito frettolosamente, complice la vicinanza dell’esercito del Bonaparte che a breve sarebbe giunto in città, fallisce disperatamente nella notte del 13 Novembre 1794 con un tradimento meschino, l’arresto dei rivoltosi, processi di fronte all’Inquisizione Pontificia, suicidi in carcere ed esecuzioni capitali su pubblica piazza a rendere monito a chiunque avesse intenzioni rivoluzionarie.
Storia triste quella di Giovan Battista De Rolandis e tuttavia ricca di spunti e riflessioni importanti, come quel breve ed intenso pensiero che spinse il ragazzo ad ingaggiare una sarta stanca ma fiduciosa per confezionare un distintivo per il proprio movimento, riferendosi sì alla Francia per la foggia della sua insegna, la coccarda a tre bande colorate, senza tuttavia copiarne interamente lo spirito. Fu così che il simbolo da lui voluto si trasformò in quel tricolore nel quale i colori di Asti e di Bologna regnano sovrani uniti dalla “Verde Speranza”.
Storia questa che coinvolge nomi importanti per la storia nazionale ed europea dal De Rolandis stesso al Cardinale Legato di Bologna Vincenti, dal Bonaparte all’Abate Bauset (uomo discusso e discutibile sul quale aleggia un velo di mistero che rende alla congiura di De Rolandis una atmosfera da moderna Spy – Story internazionale).

Personaggi che saranno tutti in scena Sabato 29 e Domenica 30 Settembre 2007, in uno spettacolo scritto da Matteo Gazzarata e prodotto da Lisa e Laura Gavello per l’Associazione Le Anime del Castello, allestito nelle sale del Castello di Castell’Alfero in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio.
Oltre 30 attori a rappresentare l’intera vicenda, replica rivista e corretta di uno spettacolo allestito nel 2004 e che ricevette i complimenti dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi per “L’alto valore storico e civile”.
Saranno in scena Giovan Battista De Rolandis e Luigi Zamboni, Don Luigi Scarioni che accolse la confessione del traditore Angelo Sassoli, il Cardinale Vincenti che guidò il processo contro i congiurati stabilendone la condanna a morte, Brigida Zamboni, la sarta che su indicazione dei due studenti confezionò la coccarda tricolore e molti altri.
La scenografia naturale sarà quella del castello di Castell’Alfero dentro il quale il pubblico si muoverà di sala in sala insieme agli attori odorandone i sentimenti, le emozioni, le passioni e la rabbia. Gli oggetti di scena provengono invece dal museo ‘L Ciar – Galleria del tempo sito nelle segrete del Castello.

Tre repliche al giorno per tutto il fine settimana secondo i seguenti orari:
- Sabato 29 Settembre: 18.00 – 19.30 – 22.00
- Domenica 30 Settembre: 18.00 – 19.30 – 21.00

Sabato sera alle ore 21.00 vi sarà il concerto in Piazza Castello della Banda Musicale di Govone (Cn) con brani a tema risorgimentale.


Per ogni replica sarà ammesso un massimo di 50 spettatori per permettere una comoda partecipazione allo spettacolo e per godere appieno dei rinnovati locali del Castello riportati all’originario splendore dai restauri appena conclusi.
Si consiglia pertanto la prenotazione ai seguenti numeri:
335 56 54 663 – Matteo
329 80 80 184 – Lisa
329 80 80 183 - Laura

Il costo dell’evento è di 5,00 Euro con riduzione a 3,00 Euro per i Bambini fino a 12 anni

-----------------------------------------------------------


Lo spettacolo fa parte degli eventi legati a:

 



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=374