benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > PERSONAGGI > Alan Silvestri

Silvestri nel libro MUSEO DELL'EMIGRAZIONE 25/11/2007

Venerdì 16 novembre 2007, in occasione della 3^ Conferenza Internazionale dei Piemontesi nel Mondo svoltasi ad Alessandria, è stato presentato il volume MUSEO DELL’EMIGRAZIONE - PIEMONTESI NEL MONDO a cura di Michele Colombino ed Alessandra Maritano.

Lo splendido libro di 124 pagine è edito da Alzani Editore ed attraverso moltissime immagini a colori e d’epoca illustra in maniera esauriente gli ambienti ed i contenuti del Museo dell’Emigrazione piemontese che si trova a Frossasco, a breve distanza da Pinerolo, in provincia di Torino.
Il museo inaugurato il 16 settembre 2006 in una ampia struttura a due piani raccoglie tante testimonianze dell’emigrazione piemontese, provenienti da svariate zone del pianeta.
Attraverso un moderno percorso fotografico e documentaristico, a tratti anche multimediale, durante la visita al museo si viaggia nel tempo, a ritroso di 100 anni nell’epoca del boom delle emigrazioni piemontesi.

L’indice del volume, dal grande formato di 29 x 28,7 mm, prevede i seguenti capitoli:
- Il Museo di Frossasco: un patrimonio per tutti
- Piemontesi nel Mondo
- Un libro e un Museo per memoria
- San Pietro Val Lemina: il monumento “ai Piemontesi nel Mondo”
- Il Museo dell'Emigrazione - Piemontesi nel Mondo
- L’Italia del dopo unità
- Gli anni dell'emigrazione
- Le destinazioni
- La partenza
- Il viaggio sull'oceano
- L'arrivo
- Dove si abitava
- Il lavoro
- Vivere lontano pensando alla “patria cita”
- Carissimi...
- Piemontesi in Australia
- Piemontesi in California
- Piemontesi in Sudafrica
- I fatti di Aigues - Mortes
- Mai più - Giornata Nazionale del sacrificio e del lavoro italiano nel mondo
- I protagonisti
- I gemellaggi
- Storie di migrazioni
- Il premio "Piemontese nel Mondo"
- Il centro di documentazione ed archivio del Museo e le attività
- Momenti di incontro e iniziative del Museo
- Riferimenti bibliografici
- Ringraziamenti

 

Questi i profili degli autori del volume:

MICHELE COLOMBINO, sindaco dal 1975 al 1980 di San Pietro Val Lemina, in provincia di Torino, è fondatore e Presidente della Federazione Internazionale Associazione Piemontesi nel Mondo e Consigliere Nazionale dell’UNAIE (Unione Nazionale Associazione Immigrati ed Emigrati), dal 1987 è Vice Presidente della Consulta Regionale dell’Emigrazione. E’ Socio Pail Harris con decreto de la Fundacion Rotaria de Rotare International, Grande Ufficiale al Merito della Repubblica Italiana.

ALESSANDRA MARITANO, laureata in Scienze Politiche presso l’Università degli Studi di Torino, giornalista pubblicista con collaborazioni diverse, ha operato per la realizzazione del Museo dell’Emigrazione Piemontesi nel Mondo di Frossasco per l’attività di ricerca, elaborazione e definizione dei contenuti presentati, si occupa ed è referente per il Museo dell’attività di comunicazione, ufficio stampa e progetti. E’ componente del Comitato scientifico del Museo del Gusto di Frossasco dove opera nella ricerca delle tradizioni alimentari alpine e del concepì di mostre ed iniziative; fa parte del direttivo dell’Associazione Centro Arti e Tradizioni Popolari del Museo Civico Etnografico di Pinerolo. E’ responsabile dello staff del sindaco del comune di Giaveno, in provincia di Torino.

-----------------------------------------------------------------

Ricordo i recapiti del Museo:
Museo dell'Emigrazione - Piemontesi nel Mondo
Piazza Donatori di Sangue
10060 - Frossasco (To)
Tel: +39 0121 352398 / 0121 354020
Fax: +39 0121 355158
info@museoemigrazionepiemontese.org
www.museoemigrazionepiemontese.org

 



Nel volume segnalo la presenza di un richiamo a Castell’Alfero ed al suo Cittadino Onorario Alan Silvestri, musicista italo americano.
A pagina 68-69 (vedi foto sopra) troviamo una bella panoramica sulla zona museale dedicata ai personaggi piemontesi particolarmente, in cui spicca la parete assegnata ad Alan.
Vi è poi un capitoletto dedicato allo stesso artista alle pagine 94 e 95 del libro, in cui sono riprodotti il tabellone dedicatogli nel Museo, alcune locandine di famosi film da lui musicati ed in particolare il poster originale americano della pellicola UNA NOTTE AL MUSEO (Night at the museum), fatto giungere appositamente dalla California da Silvestri che lo ha autografato a giugno 2007 a Castell’Alfero e successivamente donato al Museo.
Altra citazione riguardante il musicista americano nell’elenco di tutti i premiati come “Piemontese nel Mondo” da Regione Piemonte ed Associazione Piemontesi nel Mondo (pagina 112).

Questo il testo riguardante Alan Silvestri inserito nel volume:

Le note che accompagnano film come Forrest Gump, Cast Away hanno origini italiane: sono infatti composte da Alan Silvestri.
Alan Silvestri, la cui nonna era nata a Castell'Alfero, in provincia di Asti, ed emigrata in America nel 1908, è un italo-americano di Carmel, California, nato a New York il 26 marzo 1950.
Il nonno Giuseppe Silvestri era anche lui piemontese, originario di Novara, che aveva conosciuto e sposato Eugenia originaria di Castell’Alfero a New York.
Di professione Alan fa il compositore ed il direttore d'orchestra specializzato nelle colonne sonore di film e telefilm.
Vanta una collaborazione ventennale con il regista Robert Zemeckis di cui ha musicato ben 10 film tra cui i famosissimi “Ritorno al futuro”, “Forrest Gump”, “Chi ha incastrato Roger Rabbit?”.
E’ un professionista completo, ha realizzato colonne sonore di film di fantascienza, animazione, d'orrore, commedie, comici, thriller, western; mentre per la tv ha realizzato le colonne sonore di circa 120 episodi di telefilm famosi in tutto in mondo tra cui i polizieschi “Chips” e “Starsky & Hutch”.
Per la sua ampia e qualificata professionalità ha ricevuto diversi premi.
Da segnalare anche il suo impegno in campo sociale: è attivamente impegnato da molti anni con la moglie Sandra nella JDRF, “Fondazione Internazionale per la Ricerca sul Diabete Giovanile”.
La sua piemontesità la si può denotare anche dalla sua tenuta vitivinicola, nella Carmel Valley Californiana, dove ha concretizzato l'antico sogno dei nonni che era quello di avere una propria vigna in America.
La famiglia Silvestri non ha dimenticato le proprie origini piemontesi, anzi più volte i nonni sono ritornati a Castell’Alfero ed Alan e la sua famiglia vi hanno fatto visita in alcune occasioni, anche recentemente per il conferimento della Cittadinanza Onoraria e il premio “Piemontese nel Mondo”.

 


 



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=393