benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > PERSONAGGI > Gianduja

Gianduja e la Liebig 28/12/2007

Gianduja fu usato nella pubblicità della Liebig nel lontano 1883.
Fu emessa dalla Liebig in quell’anno una serie di figurine, la serie numero 149, dedicata alla Maschere italiane.
Fra queste quella dedicata appunto al nostro Gianduja che vedete riprodotta sotto.

 



A metà del 1800 il barone Justus von Liebig (1803 – 1873), chimico tedesco che compì molte ricerche e studi nel settore della chimica applicata nell’agricoltura e nella biologia, crea l'estratto di carne, un prodotto naturale che in poco tempo, grazie anche all’azienda Liebig fondata dallo stesso Justus nel 1865, diventa apprezzato e usato in tutto il mondo. 

Per promuovere l’estratto di carne venne pensato un originale omaggio da consegnare al compratore di ogni vasetto: una figurina artistica realizzata tramite una cromolitografia a 13 colori.

Questo tipo di pubblicità collegato alle figurine a colori nacque a Parigi nella seconda metà dell’800, in un’epoca in cui riviste patinate, radio e tv non esistevano, e poi si diffuse in Europa. 

La prima serie di figurine Liebig, con le vedute del proprio stabilimento argentino di Fray Bentos, fu emessa alla fine dell’anno 1872.
Queste figurine furono molto apprezzate anche per la loro qualità ed a inizio novecento la Liebig introdusse la raccolta dei punti che dava diritto a una serie completa di figurine.
Queste serie comprendevano di solito sei figurine, salvo rare eccezioni con serie composte da 12 e 24 pezzi.
Per oltre 100 anni la Liebig continuò a produrre le proprie figurine sino al 1976, realizzando in un secolo un totale di 1871 serie appositamente per il mercato italiano, molto ricercate dai collezionisti odierni.
La multinazionale produsse nel corso della sua storia oltre settemila serie di figurine per i mercati europei ed americani.

Tra il 1998 ed il 2001 la Liebig, il cui marchio era di proprietà della Agnesi, riprese a stampare le mitiche figurine introducendo nuove serie dedicate ai dinosauri, allo sport, allo zodiaco, alla storia della comunicazione ed all'euro, inserendo in ogni confezione di dadi per brodo una figurina.



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=400