benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > TURISMO

Castell'Alfero Voicefestival 2008 30/5/2008

 



Castell’Alfero Voicefestival nasce nel 2007 da una condivisione artistica e dall’amicizia tra il direttore Albert Hera e la coordinatrice Federica Faccaro, affermata scrittrice, ideatrice di una delle più importanti rassegne internazionali di teatro per ragazzi “Teatroltreconfine”.
Castell’Alfero, piccolo borgo situato tra il territorio astigiano e alessandrino nella cornice della Valle Versa, è un’immagine forte di quel Piemonte storico, unico nei suoi paesaggi e nelle sue tradizioni, ecco perché affascina da subito Albert Hera che lo definisce un “quadro prezioso da non nascondere…” facendone senza alcuna esitazione la sede del festival.
Il Festival unico nel suo genere oltre a rivalutare il territorio astigiano, ha lo scopo di far interagire all’interno della manifestazione una didattica corale di altissimo livello con annessi concerti il cui tema principale sarà la World Music e le sue contaminazioni. 

FINALITA' E OBIETTIVO DELLA MANIFESTAZIONE:

  • Promuovere il territorio Valle Versa
  • Diffondere l'importanza della didattica corale
  • Diffondere la filosofia “Circle Song” didattica sull'improvvisazione corale
  • Sperimentare nuove idee nella didattica vocale grazie all'apporto di docenti di fama internazionale
  • Sviluppare, grazie ai docenti che saranno presenti all'interno della progettazione dell'evento,  una cooperazione tra scuola e territorio per far riscoprire l'importanza della voce e del canto all'interno della programmazione didattica delle scuole elementari e medie
  • Sviluppare l'atto formativo tramite una progettualità di appuntamenti mensili della didattica proposta
  • Applicare la didattica proposta in un concerto finale
  • I concerti avranno il compito di sensibilizzare e di formare l'ascolto artistico, tramite una scelta accurata della direzione.
  • Sviluppare e alimentare l'importanza della forma amatoriale artistica corale, vero volano per la crescita dell'arte stessa.

 


Il festival si suddivide nelle seguenti categorie:

Sezione Didattica Corale
La didattica corale che si svolgerà in tre giorni dal 20 Giugno 2008 al 22 Giugno 2008 sarà diretta da uno dei più importanti insegnanti, Roger Treece
In qualita’ di produttore e arrangiatore, Roger Treece ha prodotto oltre 30 album e collabora stabilmente con Bobby McFerrin, i Manhattan Transfer, le New York Voices, Mark Murphy, Janis Siegel, il comico radiofonico e creatore di TWISTED TUNES, Bob Rivers, e molti altri. Compositore di colonne sonore per cinema e televisione in USA e in Europa (Discovery Channel, Disney World, Microsoft, McDonalds, ABC Comedy Network, The United Way) ha ricevuto due nominations per i Grammy Awards, 14 premi della prestigiosa rivista Downbeat, e menzioni speciali (incluso un primo posto  all’ Hollywood Film Festival) per i suoi progetti di educazione musicale per i bambini. 

Sezione Didattica Tecnica vocale novità
La tecnica vocale individuale sarà la novità del 2008 all’interno della sezione didattica. Essa avrà il compito di sostenere con nozioni utili il percorso degli stagisti e di sviluppare una capacità applicativa individuale atta a migliorare il risultato non solo individuale ma anche corale.
Il docente sarà Il M° Antonio Juvarra uno dei migliori insegnanti di tecnica vocale italiani,  il quale ha compiuto gli studi umanistici presso l’Università di Padova, dove si è laureato in Lettere, e quelli musicali presso il Conservatorio di Verona, dove si è diplomato in canto, perfezionandosi poi con importanti personalità del mondo del canto, tra cui Carlo Bergonzi. Dopo il debutto al teatro ‘Verdi’ di Busseto, nell’ambito del concorso internazionale per voci verdiane presieduto da Carlo Bergonzi, ha cantato come solista nei più importanti teatri italiani, tra cui La Scala di Milano, l’Arena di Verona, La Fenice di Venezia, il Massimo di Palermo, personalmente scritturato da direttori come Riccardo Muti e Gianandrea Gavazzeni. Ha cantato inoltre in Francia e in Germania, in sedi prestigiose quali la Grosse Halle di Amburgo e il Teatro dell’Opera di Bonn sotto la direzione di Julius Rudel. Numerose sono le registrazioni da lui effettuate per enti come la RAI, Radio France e la Radiotelevisione Svizzera. E’ autore del trattato ‘Il canto e le sue tecniche’, edito da Ricordi nel 1987 e adottato come testo di studio in quasi tutti i conservatori, del metodo teorico-pratico ‘Lo studio del canto’, edito da Ricordi nel 1999 e recentemente tradotto in tedesco, del volume ‘Riflessioni figurate sul canto’, edito da Armelin nel 2002, e di molti saggi e articoli, apparsi su riviste musicali nazionali come ‘Nuova Rivista Musicale Italiana’, ‘Musica Domani’, ‘Bequadro’ e altre. E’ stato chiamato a tenere conferenze e corsi sulla vocalità presso il Mozarteum di Salisburgo e presso numerosi conservatori, università e istituzioni musicali e scientifiche italiane. Dal 1996 è docente di tecnica vocale presso l’Accademia d’Arte Lirica di Osimo, istituzione dove hanno insegnato cantanti come Ferruccio Tagliavini, Magda Olivero e, attualmente, Raina Kabaivanska.

Sezione Concertistica
I concerti che si svolgeranno nella stupenda cornice di Piazza Castello in Castell’Alfero dal 20 Giugno 2008 al 22 Giugno 2008 e avranno il compito di attirare e avvicinare giovani e non al mondo corale, ma soprattutto di unire la didattica alla pratica esecutiva facendo incontrare gli allievi con gli artisti che saliranno sul palco del Castell’Alfero VoiceFestival. 


Venerdì 20 Giugno
ore 21.30 Piazza Castello
Serata Voce e Tempo

Obiettivo della serata è quello di presentare il concetto “voce” - emesso, riprodotto, creato e interpretato in un ideale percorso che trascende l'idea spazio tempo , recuperando e valorizzando la magia del ieri e dell'oggi, tutto questo ancor più valorizzato dalla presenza di cori amatoriali appartenenti al territorio piemontese.Per primi saliranno sul palco il coro “Musica Dulce” di Asti diretto dal M° Rosalba Gentile, il quale proporrà brani del '500 e '600 dedicando particolare attenzione alla musicalità del madrigale di Claudio Monteverdi, il tutto avrà come cornice coreutica il balletto con costumi d'epoca de la “Nobil Corte” diretto da Federica Faccaro e gli sbandieratori del Palio d'Asti. 
Come secondo evento della serata il tempo si sposta ai giorni nostri con i “Coristi Torinesi” un gruppo composto da 34 elementi il quale proporrà un repertorio che spazia dalla tipologie, culture e tradizioni musicali più disparate: dalle canzoni popolari antiche e moderne appartenenti alla tradizione di varie nazioni in lingua originale, al canto polifonico al brani del filone negro-spiritual.


Sabato 21 Giugno
Ore 21.30 Piazza Castello
Serata Mondovoce

I due concerti di questa serata propongono un viaggio attraverso i ritmi e le voci delle molteplici culture e civiltà del pianeta: dall'Africa al Tibet, Dal Portogallo all'Italia. MondoVoce è il titolo di questa serata, ogni paese, cultura, civiltà in ogni angolo del pianeta ha sviluppato una sua forma vocale che è l'espressione più intima della spiritualità e dell'amore per la madre terra. La serata inizierà con il concerto de “Le Balenghes”. 
Le Balenghes sono un quintetto vocale che propone brani di origine popolare. Accompagnate dall’affermato percussionista Pietro Ponzone, il loro repertorio è composto da brani provenienti da regioni e paesi diversi (Sardegna, Campania, Portogallo, Galizia, Bulgaria, Africa). Spingendosi in sonorità e melodie più lontane hanno percepito l'universalità non solo dei temi trattati ma soprattutto del modo di viverli e raccontarli, compiendo un viaggio che in qualche maniera le ha riportate sulla soglia di casa. Il desiderio di approcciarsi alla musica popolare e di cantare lingue poco consuete rinnova, per le Balenghes, il piacere di utilizzare il canto come forma di trasmissione della cultura popolare. 
Seguirà il concerto dell'artista Albert Hera che sarà accompagnato dal chitarrista Luca Allievi e dal percussionista Pietro Ponzone. Albert Hera essendo fortemente un ricercatore di linguaggi e sonorità vocali darà vita ad una emozionante percorso vocale ancestrale per portarci fino alle nostre più lontane origini.  


Domenica 22 Giugno
Ore 20.45 Piazza Castello
Jazz e Avanguardia

In quest'ultima serata lo spazio è dedicato al Jazz corale è alla sua evoluzione. 
Per primi saliranno sul palco i “Chorusgroup” un band corale a cappella torinese fondata nel 1985 ed attualmente diretta da Mario Allia. Fin dall’inizio il gruppo, anche attraverso l’inserimento di prestigiose voci femminili, ha allargato l’esperienza vocale maturata verso campi musicali più complessi quali il jazz, il gospel e la musica ritmica. Una costante nelle scelte di repertorio del gruppo è la ricchezza armonica, nell’intento di raggiungere continui traguardi di miglioramento nella tecnica esecutiva, nel tratto ritmico, nell’intonazione. Unendo alla grande passione per lo straordinario mondo dell’armonia l’uso degli attrezzi che la moderna tecnologia mette a disposizione del musicista, nell’arco di alcuni anni il repertorio di Chorus si è straordinariamente arricchito, consolidandosi anche attraverso produzioni discografiche e letterarie. 
Per finire alle ore 21.30 la serata e il festival si concluderà con l'avanguardia e l'estro musicale del M° Roger Treece che proporrà il percorso didattico basato principalmente sulla filosofia e improvvisazione corale di Bobby McFerrin, le “Circle Song”. La grande energia e la forte personalità di Roger Treece porterà “l'avanguardia corale” al pubblico presente grazie alla sua semplicità e certe volte primordialità esecutiva, caratterizzata dai linguaggi onomatopeici presenti nelle esecuzioni.



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=458