benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > TURISMO

Mostra CASTELL'ALFERO TERRA D'EMIGRANTI 2009 18/7/2009

La terza edizione della Mostra Castell’Alfero Terra d’Emigranti, allestita nelle sale nobili del castello dall’11 luglio all'8 agosto 2009, fa conoscere il fenomeno dell’emigrazione che, a cavallo del ‘900, vide tanti castellalferesi partire dal paese natio in cerca di fortuna in altre parti del mondo, soprattutto le Americhe, e le vicende dei loro discendenti che hanno mantenuto nel corso del tempo oppure riallacciato negli ultimi anni i contatti con Castell’Alfero.
Grazie alla diffusione di internet i legami con il paese natio possono essere costanti, sfruttando la posta elettronica e Facebook, ma anche tramite la newsletter comunale regolarmente inviata a tutti gli emigrati con cadenza mensile.

L’attenzione del Comune di Castell’Alfero all’emigrazione dei propri compaesani è documentata sin dal dicembre 2002, mese in cui comparve nel giornalino comunale “Noi di Castell’Alfero” un inserto speciale intitolato “Castell’Alfero… oltre oceano”, contenente alcuni articoli e numerose fotografie sull’emigrazione. Fra queste da segnalare la fotografia di Bobby Tanzilo, giornalista statunitense di Milwaukee che, dopo esservi già stato nel 2007 per la presentazione del suo cd “Rèis Monfrin-e”, tornerà a Castell’Alfero nel settembre 2009 per presentare il suo ultimo libro “Voci piemontesi”.
Nel 2003 “Noi di Castell’Alfero” prosegue l’argomento emigrazione pubblicando alcuni racconti tratti dal libro autobiografico “Adventures of the piano man” di Angelo Mastagni, figlio di Teresa Cussotto, emigrata ad inizio ‘900 negli Usa.
Nel 2004 esce il calendario comunale “Mamma dammi cento lire che…” espressamente dedicato proprio all’emigrazione castellalferese e ricco di immagine d’epoca e di testimonianze.
Nel 2005 si riallacciano i legami con la Famiglia di Alan Silvestri, musicista americano di origini castellalferesi insignito nel 2006 su proposta comunale del Premio Piemontese nel Mondo della Regione Piemonte e diventato nello stesso anno Cittadino Onorario castellalferese, onorificenza che ritirerà nel 2007 a Castell’Alfero.
Nel 2008 al Comune astigiano viene assegnato il Premio Piemontesi Protagonisti dall’Associazione Piemontesi nel mondo per aver saputo riallacciare i rapporti con i discendenti dei propri emigrati.
I vari numeri di “Noi di Castell’Alfero”, il calendario comunale e i materiali citati poco sopra sono tutti in esposizione.

nella mostra vi sono anche vari pannelli che illustrano le storie, le memorie ed i volti di alcune delle Famiglie castellalferesi: i Fiora, Martinetto, Pontacolone, Calosso, Montaldo, Cussotto, Pallera, Zuccaro, Raviola, Avidano, con molte foto inviate via email da oltreoceano.
Non mancano documenti provenienti dal sito internet ufficiale di Ellis Island ( www.ellisisland.org ), l’isolotto di New York che accolse milioni di emigranti che sbarcarono speranzosi in cerca di fortuna e di migliori condizioni di vita da navi provenienti dai principali porti europei. In particolare vi sono le copie di alcune decine di pagine tratte dai registri originali in cui venivano annotati i dati di ogni emigrante sbarcato a New York. Da questi risultano lunghi elenchi di cognomi di molti castellalferesi.
Va detto che il nome del nostro Comune, che allora risultava in provincia di Alessandria dato che la provincia astigiana nacque nel 1935, veniva spesso storpiato dai funzionari statunitensi che compilavano i registri; quindi possiamo leggere che i nostri compaesani provenivano da Castellalfero, Castel Alfero, Castelalfero, Castelalferro, Castelafero, Castel’Alfero, Alfero, Castel’Alfer, Castel Alfeo.

Vi sono poi molti materiali legati a personaggi illustri con radici castellalferesi:
Eugenia Pallera che con il marito Vincenzo Sardi aprì nel 1921 a New York un Ristorante nella zona dei teatri di Broadway divenuto negli anni famosissimo in tutti gli Stati Uniti: il Sardi’s. Su di lei oltre alla storia della sua famiglia varie fotografie d’epoca, e decine fra cartoline, libri ed oggetti legati al ristorante provenienti direttamente dagli Stati Uniti.
Ampio spazio anche al Reverendo Kenneth Brighenti, discendente della Famiglia Fiora autore di vari libri a tema ecclesiastico tradotti in molte lingue del mondo; trai materiali alcuni di questi libri, uno splendido album fotografico redatto dalla madre Norma Fiora e fotografie anche della sua visita a Castell’Alfero.
Ben fornita la sezione dedicata ad Alan Silvestri, con testimonianze dell’imponente sua carriera musicale e cinematografica, con molte foto anche dei viaggi a Castell’Alfero.

Materiali esposti anche per la cittadina francese di Lafrançaise, gemellata con Castell’Alfero dal 2003 e situata nel dipartimento di Tarn et Garonne, popolato da molti emigrati piemontesi.

Infine vari libri, dvd, vhs terminano la Mostra Castell’Alfero Terra d’Emigranti, la cui prima edizione fu allestita nel castello castellalferese nel novembre 2007 in occasione della 3^ Conferenza Internazionale dei piemontesi nel mondo, mentre la seconda edizione si svolse dal 25 aprile all’11 maggio 2008.

La mostra sarà aperta dall'11 luglio all'8 agosto 2009 coi seguenti orari di apertura:
- 11 luglio 2009    ore 17.30-20.00 ed ore 21.00-24.00
- dal lunedì al sabato   dalle 9.00 alle 12.00

 

il reverendo Ken Brighenti in visita alla prima edizione della Mostra castellalferese, nel novembre 2007, accanto ad un pannello dedidato proprio a lui.

 

Tommaso Dossena (proveniente dalla California) e Luigi Grosso (New York), due discendenti di Maria Raviola emigrata negli USA nel 1912, in visita alla seconda edizione della Mostra, nel maggio 2008 


Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=562