benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > DA VISITARE > Chiesa romanica Madonna della Neve

chiesa romanica: i graffiti 6/1/2010

Da sempre l’uomo ha cercato mezzi per tramandare o trasmettere le proprie conoscenze.

Nel corso dei millenni questa ricerca è continuata incessantemente producendo importanti evoluzioni umane.
Si è passati dall’uso di supporti naturali (rocce, cortecce), alla fabbricazione di nuovi più versatili ed efficaci supporti (tavolette di cera od argilla, papiri, pergamene, carta), a tecniche di organizzazione e diffusione delle informazioni sempre più complesse (pareti, libri, supporti digitali, internet).

Evolvendo nei secoli le tecniche di trasmissione ed organizzazione delle informazioni, l'uomo si è sempre più insistentemente posto il problema della gestione della conoscenza.
L'obbiettivo è sempre stato quello della maggior fluidità, di un rapido accesso, di un'ampia diffusione.

Si è dunque passati, mossi del desiderio umano innato di comunicare, dai graffiti rupestri alla moderna rete internet.

Attraverso l'analisi dei graffiti sulle pareti delle chiese romaniche si comprende il bisogno di esprimersi della cultura contadina.
La varietà tematica dei graffiti si riflette nella loro diversa funzione: epigrafico-funeraria, devozionale, simbolico-figurativa, registrazione della memoria collettiva o individuale.
L'esame di graffiti ed iscrizioni apre nuovi orizzonti sull'universo religioso, magico-superstizioso e psicologico della comunità contadina.

Le incisioni sono state praticate mediante punte, anche se risultano spesso incerte e poco profonde; molte sono levigate dalle intemperie a cui sono state esposte.
I morbidi blocchi in pietra arenaria delle chiese romaniche hanno favorito le incisioni dei graffiti, anche se spesso si trovano scritte pure sui mattoni in laterizio.

Nella chiesa della Madonna della Neve i graffiti sia interni che esterni, hanno resistito a lungo nonostante la friabilità dell'arenaria grazie agli intonaci che li hanno coperti per lunghissimo tempo.
Le zone che risultano più utilizzate sono la facciata, la parete sud e la zona absidale. Il lato nord è quasi privo di incisioni. Anche all’interno, soprattutto nella zona absidale, vi sono molte incisioni.

I temi dei graffiti sono vari e differenti: vi sono disegni (croci, stelle, animali, umani), scritte (nomi, date, fatti), segni (meridiane, croci, loghi).

Naturalmente non è possibile datare con certezza i graffiti, ma questi hanno nella grande maggioranza dei casi un valore storico. 


 


 


 


 


 


 


 



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=592