benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > TURISMO > Manifestazioni

Sulle orme di Gianduja 2010 19/6/2010

A Castell’Alfero nelle serate dal 2 al 4 luglio 2010 la Pro Loco e il Comune organizzano la tredicesima edizione della Rassegna teatrale SULLE ORME DI GIANDUJA con spettacoli in lingua piemontese che si svolgeranno all’aperto, nella scenografica piazza Castello.
Tutti gli spettacoli della tradizionale Rassegna nata per valorizzare la lingua piemontese ed il personaggio Gianduja, maschera simbolo del Piemonte nata a Callianetto, sono gratuiti.

Dalle ore 19.30 tutte le sere vi sarà LA TOVAGLIA A QUADRI, ricca rassegna enogastronomica di specialità tipiche piemontesi e vini locali curata dalla Pro loco.


Programma

VENERDI’ 2 LUGLIO
ore 19.30 apertura stand enogastronomico con antipasti, tagliatelle alla castellana, dolci
ore 21.30 la Compagnia Teatrale Bon Dabon di Asti presenta: OH SANT’ANTONI SMORTA IL FEU, commedia di Fabio Fassio e Pierluigi Berta.


OH SANT’ANTONI SMORTA ‘L FEU
Tutta la commedia gira intorno all’arrivo da S. Francisco di un «… grande luminare, dottore e medico» che, si dice, sia in procinto di brevettare un farmaco miracoloso che ha il potere di debellare il «feu d’Sant’Antoni », l’erpes insomma, dalla faccia della terra. Non che agli astuti paesani di S. Caterina interessi molto l’effetto primario del farmaco, la cosa più interessante per loro è infatti che il farmaco ha come effetto collaterale quello di essere un potente afrodisiaco.
L’ostu di Primo e Svalda prende vita quindi attorno all’attesa del famoso «illuminato», ma è solo quando egli giunge che iniziano i guai più grossi… parte una girandola di equivoci, intrallazzi, colpi di scena e situazioni comiche che condurranno lo spettatore ad un finale a sorpresa.

Compagnia Teatrale Bon Dabon
ex Beautiful Company di Santa Caterina di Rocca d’Arazzo


-------------------------------------------------------------------------


SABATO 3 LUGLIO
ore 19.30 apertura stand enogastronomico con antipasti, agnolotti, bollito misto, dolci
ore 21.30 la Compagnia Teatrale Volti Anonimi di Torino presenta: CARLIN CERUTTI SARTO PER TUTTI, commedia in 2 atti di Amendola e Corbucci.

CARLIN CERUTTI SARTO PER TUTTI
Questa esilarante commedia un susseguirsi di situazioni tragicomiche ambientate e vissute in una di quelle sartorie-laboratorio di provincia che, con repentini cambiamenti tanto sorprendenti quanto naturali, si rivela di volta in volta abitazione, luogo di pettegolezzo, di incontri galanti e persino luogo d'arte e di affari.
Un'incalzante ritmo che con fatica il tranquillo e modesto sarto Carlin cerca di dominare: al suo fianco l'altezzosa moglie e le sue tre figlie dai caratteri molto diversi, l'amico inventore geniale e affarista dalle mille risorse, un pittore piuttosto particolare, l'impacciato correttore di bozze, un timido garzone di pasticceria, l'aristocratico mercante d'arte con la sua seducente consorte.
Tutti impegnati a rendere movimentata una comune giornata lavorativa del nostro povero sarto, il quale, per non essere sopraffatto dagli eventi, forte della propria filosofia spicciola e del suo spirito di adattamento e sopportazione, tenterà di mettere ordine nelle cose ma l'imprevisto...
La commedia stata rappresentata per la prima volta al Teatro Carignano di Torino il 18/9/1974 da Erminio Macario.

Compagnia teatrale Volti Anonimi di Torino
Il gruppo muove i suoi primi passi negli anni ’70, grande è la passione per l’attività teatrale e soprattutto per la tradizione del teatro piemontese di Macario, rappresentando così per altro tutte le commedie più belle del repertorio del grande attore, le stesse sono state messe in scena in molti teatri del Piemonte, Valle d’Aosta, Lombardia, Veneto e Toscana. Il gruppo muove i suoi primi passi nel lontano decennio 1970 / 1980, quando alcuni amici amanti del teatro si riunirono saltuariamente per realizzare spettacoli; dal 1980 l’attività teatrale, con la spinta dalla passione, acquisì carattere di continuità e con la denominazione C.C.S. AVIS di Torino la Compagnia ha intrapreso un cammino che dura ancora oggi. Tuttavia la svolta decisiva arriva nel 1990 con la costituzione in Associazione Culturale e la nuova denominazione Gruppo Teatrale “VOLTI ANONIMI” di Torino. Da allora la Compagnia ha allestito per ogni stagione teatrale nuove commedie, portando in scena una notevole varietà di testi e d’autori, ed ha partecipato a numerose rassegne esibendosi in molti teatri della città di Torino, della regione Piemonte, tra cui lo storico Teatro Toselli di Cuneo, nonché in alcune località della Valle d’Aosta, della Lombardia , del Veneto e della Toscana. La sensibile e comica tradizione del teatro piemontese, di cui Macario sarà custode perenne, ha profondamente ispirato i VOLTI ANONIMI che dal 1993, come sopra evidenziato, hanno rappresentato le commedie più belle del repertorio del grande attore.
Segnaliamo che sebbene i titoli delle commedie rappresentate siano in lingua italiana, i dialoghi sono parte in piemontese e parte in italiano. Il Gruppo ha scelto di mescolare la lingua piemontese all’italiano per avvicinare al Teatro Piemontese chiunque sia radicato da anni nel tessuto sociale locale. Questa è la strada che VOLTI ANONIMI sta percorrendo per custodire e divulgare la memoria della lingua, del costume e delle tradizioni locali, anche fuori dall’ambito regionale dove la Compagnia è stata invitata più volte. Dal 1992 al 2001 la Compagnia ha promosso e organizzato presso il teatro “Cardinal Massaia” di Torino, una rassegna di teatro amatoriale, giunta alla 10a edizione, denominata “SIPARIO ROSSO” che ha riscosso successo di critica e di pubblico.
www.voltianonimi.it

-------------------------------------------------------------------------


DOMENICA 4 LUGLIO
ore 19.30 apertura stand enogastronomico con antipasti, gnocchetti al sugo di coniglio, rollatine di coniglio, dolci
ore 21.30 la Compagnia Teatrale El Fornel di Racconigi (CN) presenta: LA RAPINA, scritta da Giovanni Cravero.

LA RAPINA
Un gruppo di amici decide che per trovare in fretta i soldi per pagare i debiti non esiste altro mezzo che una rapina in banca. Non essendo del mestiere, decidono di rivolgersi ad un consulente esterno perché li aiuti nell’organizzazione del colpo. Con l’arrivo del consulente è un susseguirsi di discussioni, preparativi e prove (con esiti goffi e disastrosi) dei movimenti da eseguire durante la rapina. Comunque i nostri amici ce la fanno a prepararsi e così si arriva finalmente al giorno della rapina. Un colpo di scena garantirà il finale a sorpresa.

Compagnia teatro piemontèis Ël Fornel "Giovanni Clerico"
La compagnia nasce nel 1984 con il nome "Il Comignolo". L'intento è quello di essere parte viva della comunità attraverso il teatro, potente veicolo di comunicazione culturale nonché occasione di svago sia per chi recita sia per gli spettatori.
L'impronta è nettamente dialettale e, per questo motivo, nel 1988, la compagnia prende il nome "Ël Fornel ", per meglio evidenziare la propria appartenenza alla cultura dialettale piemontese. La compagnia ha sempre mantenuto lo stile iniziale, tra alti e bassi, certo, ma sempre con lo scopo di "...divertire divertendosi...". Durante tutti questi anni, il lavoro della compagnia ha anche avuto lo scopo di aiutare coloro che necessitano di solidarietà. Un esempio fra tutti è l'impegno della compagnia a favore di Capodacqua, un paesino dell'Umbria terremotata che ha subito molti danni.
Molti attori e soci hanno animato la vita della compagnia e non sono mai stati dimenticati. Per questo motivo, la compagnia ha aggiunto il nome "Giovanni Clerico", assumendo l'attuale denominazione (Ël Fornel "Giovanni Clerico"), proprio per ricordare uno dei personaggi più rappresentativi tra quelli che hanno calcato le scene dei teatri piemontesi negli ultimi anni.
www.el-fornel.com



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=637