benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > TURISMO > Manifestazioni

La pace va per...corsa 2011 13/2/2011

LIBERA Associazioni, Nomi e Numeri contro le mafie ha organizzato dal 18 febbraio al 17 marzo 2011, in occasione della 16^ Giornata nazionale della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime delle mafie che si terrà a Potenza il prossimo 19 marzo, la carovana podistica nazionale LA PACE VA PER…CORSA che, passando da nord a sud, attraverserà tutta l'Italia toccando tutte le Regioni.
I contenuti che la carovana porterà con se saranno quelli della memoria in ricordo delle vittime innocenti delle mafie, dell'Unità d'Italia in occasione del 150° anniversario e dello sport pulito contro il doping e le illegalità sportive.
Le cittadine coinvolte dal transito della manifestazione sono significative rispetto ai temi succitati, infatti saranno toccate località dove è nata o dove ha vissuto una vittima delle mafie o un luogo significativo rispetto all'Unità d'Italia o simbolico rispetto allo sport, evitando i capoluoghi di regione.

Sarà il runner Pino Papaluca, autore di diverse iniziative sportive anche a scopo benefico e sociale, che raggiungerà le diverse località e in ciascuna di essere correrà una maratona accompagnato nell’impresa giorno per giorno da Scuole, Associazioni sportive e non del luogo.
La partenza della carovana è prevista il 18 febbraio dall’astigiano per concludersi il 17 marzo a Potenza, con un calendario delle corse molto fitto per permettere in un mese di percorrere tutta l’Italia.

Il percorso si snoderà dal nord al sud partendo da Castell’Alfero (AT) in Piemonte, per poi toccare tutte le altre regioni ed arrivare a Potenza il 17 marzo.

Questa la tabella di marcia con le date e le Regioni coinvolte:
18 febbraio – Piemonte (Castell’Alfero – Moncalvo – Cascina Graziella)
19 febbraio – Valle d'Aosta
20 febbraio – Lombardia
21 febbraio – riposo
22 febbraio – Trento o Bolzano
23 febbraio – Friuli Venezia Giulia
24 febbraio – riposo
25 febbraio – Veneto
26 febbraio – Emilia Romagna
27 febbraio – Liguria
28 febbraio – riposo
1 marzo – Toscana
2 marzo – Marche
3 marzo – riposo
4 marzo – Umbria
5 marzo – Abruzzo
6 marzo – riposo
7 marzo – Lazio
8 marzo – Sardegna
9 marzo – Sicilia
10 marzo – riposo
11 marzo – Campania
12 marzo – Molise
13 marzo – riposo
14 marzo – Calabria
15 marzo – riposo
16 marzo – Puglia
17 marzo – Potenza (Basilicata)

Castell’Alfero è stato scelto per aver dato i natali a Giovan Battista De Rolandis, martire del Risorgimento ed ideatore della coccarda tricolore da cui deriva la Bandiera Italiana.
All’evento in terra astigiana, che ha il patrocinio della Provincia di Asti e del Comune di Asti, collaborano Libera Nazionale, Libera Regionale, Libera Coordinamento di Asti, Associazione Rinascita, Cascina Caccia S. Sebastiano Po, PrimaVeraCasa Tatiana Pivari, i Comuni di Castell’Alfero e Moncalvo, gli Istituti Comprensivi di Castell’Alfero e Moncalvo, la Società Sportiva Atletica Castell’Alfero TFR, il Gruppo Ambasciatori Città di Asti per lo sport, il Gruppo Sportivo S. Domenico Savio di Asti, il Gruppo Alpini A.N.A. sezioni di Castell’Alfero e Moncalvo, la Croce Rossa Castell’Alfero, l'Associazione A.I.S.M. Sezione di Asti. 
I diversi gruppi che hanno fatto “rete” nell'organizzazione dell'evento, lo hanno reso possibile, mettendo a disposizione il loro tempo, le loro strutture, le loro competenza, in uno spirito di collaborazione disinteressata che è stato già di per sé simbolo di partecipazione e condivisione degli alti ideali che sono alla base dell'iniziativa.


MARATONA da Castell'Alfero a Moncalvo (Cascina Graziella) – venerdì 18 febbraio 2011
Il percorso astigiano di “La pace va per...corsa” toccherà strade secondarie da Castell'Alfero, Tonco, Alfiano Natta, Sanico, Moncalvo, Frazione Santa Maria e sarà all’incirca di 22 km.
Le scolaresche coinvolte effettueranno una sorta di accompagnamento col runner Pino Papaluca alla partenza ed all'arrivo nei rispettivi Comuni di appartenenza.
Gli alunni delle scuole di Castell'Alfero (Medie, Elementari e Materna) dalle ore 8.30 accompagneranno Papaluca ed i maratoneti del Gruppo Ambascatori dello Sport di Asti per un breve tratto (dai 400 mt per le elementari al 1000 mt per le medie) intorno al concentrico ed al Castello castellalferese comunale; gli scolari poi si sposteranno in pulmino a Moncalvo, in frazione Santa Maria presso Cascina Graziella per il festeggiamento finale.
Gli alunni delle scuole di Moncalvo (Medie ed Elementari) riceveranno ed accompagneranno nel tratto finale (dai 400 mt per le elementari al 1000 mt per le medie) i maratoneti che arriveranno in Frazione Santa Maria a Cascina Graziella
A Moncalvo si appronterà nel cortile di Cascina Graziella una “premiazione simbolica” sia degli alunni sia dei Maratoneti.

Parteciperanno all'evento a Castell'Alfero circa 300 ragazzi (tutti gli alunni delle Scuole Medie, più alcune classi delle Scuole Elementari e una Sezione della Materna), 40 atleti  che fanno parte del gruppo degli Ambasciatori dello Sport della Città di Asti, oltre ad alcuni componenti del gruppo sportivo della Conbipel, sponsor della manifestazione.
A tutti i partecipanti verrà data una maglietta da Libera Nazionale e una Coccarda tricolore
.

Prima dell'evento gli Educatori di Libera e Cascina Caccia svolgeranno nelle scuole di Castell'Alfero e Moncalvo degli incontri preparatori, con bambini ed insegnanti, per spiegare meglio le motivazioni dell'iniziativa. 
La manifestazione “La pace va per...corsa” sarà presentato sabato 12 febbraio 2011 alle ore 10.45 nel Salone Verde del castello di Castell’Alfero alla presenza di esponenti di tutte le realtà coinvolte nell’evento, di autorità e di giornalisti.


CASCINA GRAZIELLA
In Frazione Santa Maria di Moncalvo si trova Cascina Graziella, bene confiscato al mafioso trapanese Francesco Pace, braccio destro di Bernardo Provenzano, e dedicata alla memoria di Graziella Campagna, uccisa a 17 anni, il 12 dicembre 1985 a Villafranca Tirrena vicino a Messina. La giovane, dipendente di una lavanderia, era stata uccisa da due sicari per avere involontariamente letto un’agenda contenente informazioni riservate relative al rifugio di un boss mafioso latitante, che aveva trovato nella giacca portata a lavare nel negozio, appartenente ad un insospettabile mafioso legato ad una cosca della città isolana.
Da questa vicenda nel 2008 è stato realizzato il film-tv LA VITA RUBATA, diretto da Graziano Diana ed interpretato da Beppe Fiorello, trasmesso in tv pochi giorni orsono a fine gennaio 2011, mentre a fine 2010 è stato pubblicato dalle Edizioni La Zisa il libro della giornalista Rosaria Brancato CON I TUOI OCCHI. STORIA DI GRAZIELLA CAMPAGNA UCCISA DALLA MAFIA.
Nella cascina, dopo il restauro, si realizzerà una comunità di accoglienza per donne con problemi di dipendenza o vittime di violenze, che, attraverso il lavoro agricolo, provvederà al proprio sostentamento, unendovi un valore aggiunto di legalità nella partecipazione di Libera Asti, che vi realizzerà spazi dedicati ad attività culturali per i giovani e la popolazione.

PINO PAPALUCA
Parrucchiere romano di quarant' anni, maratoneta da dieci, per dieci mesi l’anno è in bottega a lavorare e per due in giro per il mondo a correre.
Le sue imprese sportive sono a scopo benefico ed ha corso in tutti i continenti per portare solidarietà e messaggi di pace.
Pino è diventato maratoneta per sfidare quel ginocchio martoriato (otto interventi chirurgici delicatissimi) che è diventato il suo emblema: se l' era rotto giocando a calcio, a trent' anni. La corsa, tra un bisturi e l' altro, lo aiutò a ritrovare fiato, tono muscolare e voglia di stringere i denti. Poi, è diventata la sua vita.
La pace va per… corsa” è un libro nel quale sono raccolte testimonianze ed esperienze in cui la passione della corsa è messa a frutto per far risaltare le contraddizioni di un mondo che se somigliasse alle persone che Pino ha incontrato lungo la strada sarebbe più semplice, più attento, più umano.

 



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=661