benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > CENNI STORICI > Cronologia > 03 MARZO

i fatti castellaferesi di Marzo 8/1/2006
7 marzo 1945
Muoiono in combattimento a Castell’Alfero i partigiani Enzo Giraldo, nato nel 1928 ad Arzergrande (Pd) ed insignito della Medaglia d’oro al valore, ed Aldo Scala, nato a Torino nel 1912.

9 marzo 1638
Viene nominato parroco della S.S. Annunziata di Callianetto don Bartolomeo Bellino da Masino, che curerà 140 anime ed avrà una rendita di 80 lire.

9 marzo 1741
Bartolomeo Giuseppe Antonio Amico diviene il quarto Conte di Castell'Alfero con investitura del Re di Sardegna.

9 marzo 1924
Cerimonia d’inaugurazione del Viale della Rimembranza realizzato presso il cimitero di Castell’Alfero.

10 marzo 1699
E’ investito del titolo di Conte dal Duca di Savoia Alessandro Ignazio Francesco Amico, secondo Conte di Castell’Alfero. Figlio primogenito di Bartolomeo e nato nel 1670, resse il feudo sino alla morte avvenuta il 14 gennaio 1734. Fu durante la sua signoria che il castello fu profondamente modificato e prese l'attuale aspetto. Si sposò il 23 gennaio 1698 con Barbara Amedea Birago di Vische.

10 marzo 1835
Viene nominato parroco della S.S. Annunziata di Callianetto don Alessandro Borgna, che curerà 667 anime ed avrà una rendita di 1500 lire.

10 marzo 1930
E’ inaugurata la Scuola Elementare di Serra Perno che rimarrà attiva sino al 1967.

12 marzo 1821
Fra i volontari della colonna comandata dal capitano Vittorio Ferrero, provenienti da Torino dopo i moti rivoluzionari, figurano Secondo e Giuseppe Maria De Rolandis di Castell'Alfero.

13 marzo 1706
Su richiesta dell'arciprete Giovanni Tommaso De Rolandis, il vescovo di Asti monsignor Innocenzo Milliavacca decreta l'unificazione delle periferiche parrocchie di S. Pietro di Cassano e S. Pietro di Lissano nella chiesa del castello di S. Maria Assunta, successivamente dedicata ai SS. Pietro e Paolo. La nuova parrocchia conta 950 anime.

15 marzo 1995
Viene modificato lo Statuto del Comune di Castell'Alfero, la cui prima versione era del 1991.

17 marzo 1794
E’ nominato parroco della parrocchia S.S. Annunziata di Callianetto don Angelo Bussa di Viarigi.

17 marzo 1966
La Scuola Media di Castell’Alfero viene intitolata al patriota Giovan Battista De Rolandis.

19 marzo 1857
A Moncalvo è costituito il Comitato Promotore per la realizzazione della Ferrovia Asti-Vercelli che doveva transitare per Castell’Alfero, Moncalvo, Pontestura e Trino. Nel 1862 il progetto approvato cambiò destinazione: dopo Moncalvo la ferrovia andrà verso Casale e Mortara. Alla fine dello stesso anno s’iniziarono i lavori di costruzione dell’attuale Asti-Casale.

23 marzo 1389
In un atto il vescovo di Asti monsignor Francesco Gallo dei Piacentini stabilisce che la rendita della chiesa di S. Maria di Guaderabio sia assegnata alla Diocesi astese.

25 marzo 1746
Alcune compagnie piemontesi, una delle quali comandata dal capitano Raviola, dopo aver incendiato la porta di accesso di Viale espugnano il castello di Castell’Alfero scacciando gli occupanti francesi.

28 marzo 1679
Viene nominato parroco della S.S. Annunziata di Callianetto don Pietro Poncino da Scurzolengo con rendita di 100 lire astesi per 200 anime.

28 marzo 1929
Con Regio Decreto alcuni territori ai confini con Asti, fra cui la frazione Portacomaro Stazione che faceva parte del Comune di Castell'Alfero, sono accorpati alla città per accrescerne la popolazione e consentire la formazione della nuova Provincia di Asti.

marzo 1787
Muore a Napoli Gennaro Amico, il figlio di pochi mesi di Carlo Luigi e di Paola Gabriella.

marzo 2001
Apre in via De Rolandis a Castell’Alfero l’Asilo Nido Il Cucciolo.


Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=7