benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > CENNI STORICI > Cronologia > 07 LUGLIO

i fatti castellaferesi di Luglio 17/1/2006


4 luglio 1758
Nasce ad Asti Paolo Gioachino Carlo Luigi Amico, figlio di Bartolomeo Giuseppe Antonio e Felicita Saluzzo di Paesana, futuro quinto Conte di Castell'Alfero.

6 luglio 1869
Viene approvato lo Statuto della Congregazione di Carità, fondata già nel 1852. La Congregazione dopo la legge del 3 giugno 1937 si trasformerà in Ente Comunale di Assistenza con l'obbligo di sussidi ai poveri.

7 luglio 1747
E’ nominato parroco di Castell’Alfero don Luigi Bussolini di Montechiaro che avrà cura di 1040 anime.

7 luglio 1952
Viene nominato parroco di Callianetto don Domenico Vittone che vi rimarrà in carica sino alla sua morte avvenuta il 26 dicembre 1969.

13 luglio 1305
Vi è la prima attestazione del cognome Amico nell'astigiano: Giacomo Amico è testimone in un atto di dote ad Alba.

15 luglio 1800
Si registrano a Castell'Alfero come altrove fatti di sangue in occasione di episodi di ribellione ai Francesi.

16 luglio 1632
E’ nominato parroco di S. Pietro di Cassano don Giovanni Calderia; la sua rendita è di 50 lire astesi per 300 anime.

17 luglio 1817
Papa Pio VII assegna alla diocesi di Asti 106 parrocchie suddivise in 25 vicariati; Callianetto e Castell'Alfero appartengono al vicariato di Corsione.

19 luglio 1747
Viene nominato vice parroco della Parrocchia di Castell’Alfero don Pietro Maria Garrio da Grana.

25 luglio 1786
Il Conte Carlo Luigi Amico, gentiluomo da camera del Re, sposa nella Cattedrale di Asti Paola Gabriella Perrone di San Martino, figlia del Ministro degli Esteri del Regno.

25 luglio 1948
Il vescovo di Asti monsignor Umberto Rossi benedice la prima pietra della chiesa della frazione Stazione.

27 luglio 1800
Il governo provvisorio francese avvia la vendita dei beni nazionali, provenienti prevalentemente da beni ecclesiastici. Nel territorio di Castell'Alfero vengono venduti fondi appartenenti alle sezioni astigiane dell'Ordine di Malta, al Capitolo della Collegiata e agli Ordini degli Agostiniani di S. Agostino, ai Barnabiti di San Martino, ai Certosini di Valmanera, ai Domenicani di S. Maria Maddalena, ai Minori conventuali di S. Francesco e alla Clarisse di S. Agnese. Tra le transazioni più importanti vi è l'acquisto di diverse cascine, per un totale di oltre un decimo del territorio comunale, da parte dell'avvocato Giuseppe Bertalazone.

31 luglio 1999
Nella verifica periodica della popolazione risultano a Castell’Alfero 2.709 abitanti per 1.018 famiglie.



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=11