benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > IL TRICOLORE

210 anniversario della Bandiera Italiana 8/1/2007

il 7 gennaio 2007 ricorre il 210° anniversario dell’adozione del tricolore verde, bianco, rosso come Bandiera della Repubblica Cispadana, poi mantenuto dalla Repubblica Italiana.

Infatti il 7 gennaio 1797 a Reggio Emilia il Parlamento della Repubblica Cispadana, su proposta del deputato Giuseppe Compagnoni, decreta "che si renda universale lo Stendardo o Bandiera Cispadana di Tre Colori Verde, Bianco e Rosso, e che questi tre Colori si usino anche nella Coccarda Cispadana, la quale debba portarsi da tutti".
La nascita del Tricolore fu in realtà il 14 novembre 1794 si svolse a Bologna il tentativo insurrezionale contro il Papato del castellalferese Giovan Battista De Rolandis e del bolognese Zamboni. I due studenti affiggono manifesti contro il governo e distribuiscono delle coccarde bianche, rosse e verdi. Questi 3 colori furono poi dati da Napoleone alla bandiera della Legione Lombarda.

Nel 1847 Goffredo Mameli nel suo Canto degli Italiani, l’Inno di Mameli poi inno Nazionale italiano, scrive “…raccolgaci un’unica Bandiera una speme (speranza) di fonderci insieme…”.

Il 23 marzo 1848 durante le Cinque Giornate di Milano il Re di Sardegna Carlo Alberto proclama al popolo del Lombardo Veneto annunciando l’entrata in nella Prima guerra d’Indipendenza queste parole:”…per viemmeglio dimostrare con segni esteriori il sentimento dell'unione italiana vogliamo che le Nostre Truppe(…) portino lo Scudo di Savoia sovrapposto alla Bandiera tricolore italiana”.

Il 14 marzo 1861 viene proclamato il Regno d'Italia che conserva la Bandiera Tricolore.

Nel 1897 a Reggio Emilia Giosuè Carducci tenne il discorso per il primo centenario della bandiera italiana, dicendo:“Il bianco, la fede serena alle idee che fanno divina l’anima nella costanza dei savi; il verde, la perpetua rifioritura della speranza a frutto di bene nella gioventù dè poeti; il rosso, la passione ed il sangue dei martiri e degli eroi”.

Soltanto nel 1925 fu emanata la legge 2264 del 24 dicembre che, riprendendo il Regio Decreto 2072 del 24 settembre 1923, definiva finalmente il colore ed il modello della Bandiera Nazionale: “verde, bianco e rosso, a bande verticali di eguale dimensione”.

Nel 1946 dopo la caduta la Monarchia e la nascita della Repubblica, il Decreto Legislativo presidenziale del 19 giugno 1946 stabiliva la foggia provvisoria della nuova bandiera, confermata dall'Assemblea Costituente nella seduta del 24 marzo 1947 con queste modalità: il Presidente dell’Assembrea Ruini disse:”Pongo ai voti la nuova formula proposta dalla Commissione: La bandiera della repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a bande verticali e di eguali dimensioni”
Fu approvata all’unanimità e l’Assemblea ed il pubblico delle tribune si levano in piedi per lunghi applausi.

A Roma il 27 dicembre 1947 viene firmata la Costituzione Italiana dal Capo provvisorio delle Stato Enrico De Nicola, dal Presidente dell’Assemblea Costituente Umberto Terracini e dal Presidente del Consiglio dei Ministri Alcide De Gasperi, che all’articolo 12 recita:
La bandiera della Repubblica è il tricolore italiano: verde, bianco e rosso, a tre bande verticali di eguali dimensioni.

Nel 1997, in occasione del secondo centenario del Tricolore, il Parlamento ha proclamato di celebrare il 7 gennaio come GIORNATA NAZIONALE DELLA BANDIERA.
La celebrazione più solenne è quella che si svolge nella storica Sala del Tricolore del Palazzo del Comune di Reggio Emilia, sala dove nel 1797 venne proclamata la Repubblica Cispadana ed adottato il Tricolore.
A Roma viene effettuato il cambio della guardia in forma solenne al palazzo del Quirinale con le sfilate del Reggimento Corazzieri e della Fanfara del Reggimento dei Carabinieri a Cavallo.

Nel 2007 il Dipartimento Informazione ed Editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri ha realizzato, per celebrare i 210 anni della Bandiera Italiana uno spot televisivo della durata di circa 15 secondi "ANCHE LA PIÙ PICCOLA HA DENTRO LA NOSTRA STORIA", poche parole pronunciate da una bambina e poi compare in sovraimpressione la scritta: "210 anni dalla nascita della bandiera italiana".
Lo spot è andato in onda sabato 6 e domenica 7 gennaio 2007, accompagnato da pubblicazioni analoghe su vari giornali quotidiani nazionali.

Questa in breve la storia del Tricolore italiano: “verde come le nostre pianure, bianco come la neve delle nostre cime e rosso come il sangue dei caduti”. 


 

 


Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=267