benvenuto su Castell'Alfero.net
Scopri Castell'Alfero > TURISMO > Mappe e percorsi

Percorso CAI 708 - Il Bric Ambria e le sue fonti 9/10/2011

Il percorso Cai 708 Il Bric Ambria e le sue fonti si sviluppa sulle colline di Villadeati (AL) ed Odalengo Piccolo, a circa una ventina di chilometri a nord di Castell’Alfero; si tratta di un breve suggestivo anello che offre una passeggiata in boschi e zone rocciose del Monferrato.

Percorso IL BRIC AMBRIA E LE SUE FONTI
- Segnaletica: segnavia CAI 708
- Difficoltà: T (turistico)
- Lunghezza: km. 8,12 km
- Tempo di percorrenza: 2,30 ore

DESCRIZIONE
Questa passeggiata prende il via da Odalengo Piccolo (AL), paesino costituito da numerose borgate che si affacciano su una conca erbosa interamente contornata da vecchi e rigogliosi boschi che nascondono angoli di insolita bellezza.
Lasciata l’auto in località Serra sulla piazzetta davanti al bar alimentari, ci si incammina in direzione Val Cerrina e superato (incrocio per Vicinato, si raggiunge un ponticello, che scavalca una strada di campagna. Presa quest'ultima, passando sotto il ponte, si fiancheggia un laghetto artificiale in mezzo ai prati e si giunge ad un bivio ai piedi del bosco; andando a destra, la strada erbosa corre tra i coltivi verso la testa della valletta fino a che, superando un primo bivio si sdoppia ad un successivo incrocio. Da qui si prende a sinistra e si sale passando a fianco di un noccioleto fino a che si giunge alla strada provinciale in località Croce, dove sorge un edificio mai ultimato. Da questo punto panoramico la vista spazia sui paesi della Valle Cerrina e sulla vallata, appena percorsa: sullo sfondo si intravedono i nuclei abitati che costituiscono il comune di Odalengo Piccolo.
Lo sterrato che riparte a sinistra, dopo un breve tratto in piano ai piedi di una vigna, ci porta verso il bosco; l'ombra di quest'ultimo durerà poco perché da lì a qualche minuto si sbuca in un vigneto nei pressi delle Cascine Rondaneto. Da questa posizione si può vedere la torre della Telecom di Villadeati da un'insolita angolazione che la rende ancora più "stonata": pare infatti che sbuchi dal cortile di una casa. Oltrepassata la cascina, si attraversa un boschetto e si giunge nuovamente alla via asfaltata che porta proprio ai piedi della torre anzidetta in località Passo di Tribecco o Col del Telegrafo (esisteva già qualcosa di antesignano della Telecom).
Imboccando la strada di terra battuta che parte da sinistra si rientra nel bosco e, dopo pochi passi, si giunge alla "Fonte delle 7 gocce": una piccola grotta, tappezzata di capelvenere, dal cui soffitto l’acqua gocciola nella pozza sottostante.
Lasciata questa piccola meraviglia, si prosegue fino a che in cima ad una leggera salita si piega a sinistra, si attraversa (a mezza costa) un bel bosco di castagno e si giunge così ad una serie di incroci, ove si prenderà il secondo sentiero che scende a sinistra. In discesa, senza abbandonare il viottolo principale, si giunge ad un bivio ove si gira a sinistra e poi subito a destra fino a che si esce dal fitto del bosco: il fondo stradale umido ci dice che nei pressi si trova la "Fontana del Colombaccio" che è purtroppo soffocata dalla vegetazione e quindi difficilmente raggiungibile. Poco lontano da questa, vicino alla nostra via, troviamo una seconda fontana nascosta tra gli alberi.
Si giunge quindi ad un incrocio ove si scenderà verso sinistra a fianco di un pioppeto e, tra vigne e coltivi, fino ad arrivare alla strada asfaltata. Oltrepassato il ponticello, si ritorna in breve al luogo di partenza, che si trova sulla collina di fronte a noi.

Tratto dal volume Camminare il Monferrato – Edizioni Il Monferrato


Visualizza 708 - il Bric Ambria e le sue fonti in una mappa di dimensioni maggiori



Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

l'URL di questo articolo e':
http://www.castellalfero.net/public/x/modules/mysections/article.php?lid=677