Home Account Turismo Mappe e percorsi Tour virtuale Da visitare Romanico Personaggi G.B. De Rolandis Storia Scopri Foto Notizie Valle Versa Museo 'L Ciar
il Tricolore della Bandiera Italiana Ŕ nato a Castell'Alfero
Menu' del sito
Home Page
Notizie
Invia articolo
Archivio notizie
Argomenti

Scopri Castell'Alfero
Articoli piu' letti
Articoli piu' votati

Calendario degli eventi
Aggiungi un'evento

Download
Invia
Pi¨ scaricati
Pi¨ votati

Links
Segnala un Link
Links pi¨ visitati
Links pi¨ votati

Sondaggi
Cartoline virtuali
Guarda cartolina
Cartoline inviate e ricevute

Domande frequenti
Foto del Giorno
Previsioni meteo castellalferesi
Mappa del sito
Contattaci
ARPA Piemonte - BOLLETTINI
Temperatura e Pioggia realtime
TG3 Piemonte ULTIM'ORA
TG3 Piemonte Meteo video
CCISS viabilitÓ e Isoradio
Farmacie di turno ad Asti
Notizie RSS
Fasi Lunari
L'ora nel mondo
Banner pubblicitari

Scopri Castell'Alfero
CENNI STORICI
 » Cronologia
COMUNE
COMUNITA' COLLINARE
DA VISITARE
 » Castello dei Conti Amico
 » Chiesa romanica Madonna della Neve
 » Museo 'L CIAR
 » Roseto della Sorpresa
IL TRICOLORE
LAFRANCAISE
LAVORO
 » Cassa Integrazione
 » Riforma TFR
 » Sentenze
LE REALTA'
 » Anime del Castello
 » Comitato Palio
 » Gruppo CRI
 » Pro Loco Callianetto
 » Sezione AVIS
PARROCCHIE
PERSONAGGI
 » Alan Silvestri
 » Attilio Martinetto
 » Enrico Iviglia
 » Famiglia Amico
 » Famiglia De Rolandis
 » Gianduja
 » Kenneth Scharf
 » Luciano Ravizza
SPORT
TERRITORIO-POPOLAZIONE
TURISMO
 » Manifestazioni
 » Mappe e percorsi
 » Mostre
 » Romanico in valle Versa
 » Video turistici
 » Viviverde
VARIE
 » Libri

Conosci Castell'Alfero

Castell'Alfero su Facebook

Tour virtuale 3D di Castell'Alfero

Web ufficiale del Comune

Forum su Castell'Alfero

Foto: scorci

Foto: panorami

Foto: notturne

Foto d'epoca: panorami

Foto d'epoca: luoghi

Foto d'epoca: persone

Sfondi per il desktop

Piemonteis Val Versa

Noi di Castell'Alfero

ComunitÓ in cammino

Eventi in zona

Calendario eventi astigiani

Database turistico astigiano

Piemonte ciclabile

Trekking tra i vigneti

Itinerari per mototuristi

Botteghe del vino

Produttori vino Barbera DOCG

Produttori vino Asti DOCG

150░ UnitÓ d'Italia

Consiglio Reg.Piemonte in diretta

TG Piemonte - Rete 7 video


Ultime news Piemonte e Asti
ATNews
- Danni da cinghiali e fauna selvatica in generale, incontri in Regione per fare il punto della situazione
- Albese, riapertura degli uffici postali
- Riaprono gli uffici postali in Piemonte, ma nell’Astigiano sono solamente due
- Festa di Don Bosco ad Asti: appuntamenti online su Youtube
- Un progetto intercomunale per il servizio civile: due posti disponibili alla biblioteca di Villanova d’Asti
- La Pedagogia di Riziero Zucchi emoziona nel primo incontro di “Cantiere Genitori 4.0”
- Il Buongiorno di Atnews…
- Lorenza Truffa e Costanza Mondo: da Canelli il nuovo che avanza nel mondo della musica sotto la guida di Agostino Poggio
- Asti, incidente all’uscita della tangenziale di corso Savona
- Arpa Piemonte: ÔÇťLe polveri sottili non veicolano il CovidÔÇŁ



Quotidiano Piemontese - Asti
- LÔÇÖolandese Teo Van der Hoorn ha vinto la terza tappa del Giro dÔÇÖItalia con arrivo a Canale
- Violenta rissa in piazza ad Asti, un ferito e nove fermati
- Otto anni di reclusione per la braidese che ha tentato di avvelenare il marito
- Asti, la squadra volanti arresta un 41 enne che rubava nelle macchine parcheggiate
- Ritrovati altri reperti ossei nellÔÇÖ astigiano probabilmente di Federica Farinella
- Un uomo ├Ę stato investito da un camion a Castagnole Lanze, ricoverato in codice rosso
- La Dia sequestra villa di pregio a pregiudicato di Asti
- Rapina alle poste a Buttigliera, il responsabile individuato per il sangue sulle banconote
- Giardiniere cade nel vuoto in un liceo di Asti, ha ceduto una grata
- Asti assegna la cittadinanza onoraria al Milite Ignoto ma ritarda la revoca a Mussolini

visita la Sala Stampa della Provincia di Asti
visita il sito web del Consiglio Regionale del Piemonte

Translate Italian to English Translate Italian to French Translate Italian to German Translate - Italian to Spanish Translate Italian to Dutch Translate Italian to Albanian Translate Italian to Romanian Translate Italian to Russian Translate Italian to Chinese Translate Italian to Arabic Translate Italian to Greek
 
  • benvenuto a CASTELL'ALFERO - Comune della Provincia di Asti

  • la storia della Bandiera Italiana Il paese si trova nel Basso Monferrato a 10 Km a nord di Asti, in valle Versa. Gli abitanti sono circa 2.800 ed il territorio comunale Ŕ di 20 Km▓ ed Ŕ attraversato dal 45░ parallelo; fa parte della ComunitÓ Collinare Monferrato Valle Versa. Le sue localitÓ pi¨ importanti: Paese (centro storico), Callianetto (zona residenziale), Stazione (sede ferroviaria, zona industriale e sede dell'Istituto Comprensivo) e Noveiva (polo commerciale). A Castell'Alfero nel 1774 nacque Giovan Battista De Rolandis ideatore del Tricolore della Bandiera Italiana, mentre nel 1808 a Callianetto nacque Gianduja, la maschera carnevalesca simbolo del Piemonte. Da vedere vi sono il settecentesco Castello dei Conti Amico, la Chiesa SS Pietro e Paolo, la chiesa romanica del XII secolo Madonna della Neve, il Ciabot 'd Gianduja e la Chiesa SS Annunziata. Nei sotterranei del Castello vi Ŕ il Museo 'L Ciar, importante raccolta di testimonianze della vita passata, mentre a Serra Perno si trova il Roseto della Sorpresa, giardino con oltre 500 rose antiche. Lo sport tipico Ŕ il tamburello, che vanta ben 11 scudetti vinti con SVAB e Callianetto. Castell'Alfero Ŕ gemellato con la cittadina francese di Lafranšaise e partecipa al Palio di Asti. Il musicista e compositore americano Alan Silvestri Ŕ Cittadino Onorario di Castell'Alfero. I turisti possono degustare piatti tipici e prelibati vini piemontesi in uno dei molti ristoranti ed eventualmente anche pernottare a Castell'Alfero, oltre che ricevere informazioni presso l'Ufficio Turistico.

  • LE ULTIME NEWS mantieniti sempre aggiornato sulle notizie di Castell'Alfero, ISCRIVITI ai feed RSS di castellalfero.net!

  • 6-7.10.2018 La mela dell'AISM   |  07.10.2018 visite guidate a Castello e Museo   |  Wiki Loves Monuments Italia 2018   |  28.09.2018 Gara di torte   |  28.09.2018 validazione Area elisoccorso   |  Guida Tv silvestriana dal 23 al 29 settembre   |  21.09.2018 La pi¨ grande notte delle chitarre   |  Mostra I linguaggi diversi dell'arte   |  Guida Tv silvestriana dal 16 al 22 settembre   |  16.09.2018 ingresso ufficiale di Don Sganga a Callianet..   |  Guida Tv silvestriana dal 9 al 15 settembre   |  

  • Questi i PRINCIPALI PROSSIMI EVENTI che riguardano Castell'Alfero

  • tutti gli eventi castellalferesi del 2018 sabato 8 e domenica 9 settembre CALLIANETTO AL FESTIVAL DELLE SAGRE DI ASTI la Proloco di Callianetto partecipa con un proprio stand enogastronomico e alla sfilata del 45░ festival delle Sagre, con altre 40 Proloco astigiane

    domenica 7 ottobre 2018 pomeriggio VISITE GUIDATE AL CASTELLO E AL MUSEO 'L CIAR due visite a cura del Comune e dell'Associazione C'era una volta


    Argomento: Numero notizie da mostrare:
    Varie : 22.06.2014 Paesaggi vitivinicoli Piemonte patrimonio UNESCO
    Inviato da Admin il 23/6/2014 01:55:55 (3274 letture)

    Varie

    Domenica 22 giugno 2014 pomeriggio a Doha in Qatar il Comitato Patrimonio Mondiale Unesco (Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura) ha inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco (UNESCO World Heritage List) I PAESAGGI VITIVINICOLI DEL PIEMONTE: LANGHE-ROERO E MONFERRATO quale sito di Eccezionale Valore Universale caratterizzato dalla radicata cultura del vino e dallo straordinario paesaggio modellato dal lavoro dell’uomo, in funzione della coltivazione della vite e della produzione del vino.

    I promotori istituzionali della candidatura sono stati Regione Piemonte, Provincia di Alessandria, Provincia di Asti, Provincia di Cuneo, Ministero per i Beni e le Attività Culturali, Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici del Piemonte, Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

    Queste le 6 Core Zone cioè i luoghi de “I paesaggi vitivinicoli del Piemonte: Langhe-Roero e Monferrato” riconosciuti come Patrimonio mondiale dall’Unesco:
    1. LA LANGA DEL BAROLO: comuni di Barolo (CN); Serralunga d’Alba (CN); Castiglione Falletto (CN); La Morra (CN); Monforte d’Alba (CN); Novello (CN); Diano d’Alba (CN).
    2. IL CASTELLO DI GRINZANE CAVOUR: comune di Grinzane Cavour (CN).
    3. LE COLLINE DEL BARBARESCO: comuni di Barbaresco (CN); Neive (CN).
    4. NIZZA MONFERRATO E IL BARBERA: comuni di Montegrosso (AT); Mombercelli (AT); Agliano (AT); Castelnuovo Calcea (AT); Vinchio (AT); Vaglio Serra (AT); Nizza Monferrato (AT).
    5. CANELLI E L'ASTI SPUMANTE: comuni di Santo Stefano Belbo (CN); Calosso (AT); Canelli (AT).
    6. IL MONFERRATO DEGLI INFERNOT: comuni di Cella Monte (AL); Ozzano Monferrato (AL); Sala Monferrato (AL); Rosignano Monferrato (AL); Ottiglio (AL); Olivola (AL); Frassinello Monferrato (AL); Camagna Monferrato (AL); Vignale Monferrato (AL).

    L’importante riconoscimento interessa un’area di 10.789 ettari nelle 6 “Core Zone” (aree di eccellenza riconosciute di eccezionale valore universale dall’Unesco), mentre vi sono 76.249 ettari di territorio attorno alle 6 zone di particolare pregio, suddivisi in due distinte aree definite “Buffer Zone” (zona tampone ideata per garantire un ulteriore livello di protezione e tutela del sito Patrimonio Unesco); queste aree interessano territorialmente oltre 100 Comuni.

    IL PERCORSO DELLA CANDIDATURA
    I paesaggi vitivinicoli del Piemonte furono presentati la prima volta come candidati all’Unesco nel settembre 2006 con la denominazione “Paesaggi vitivinicoli: Langhe, Roero, Monferrato e Valtellina”, con inseriti territori delle 4 province di Alessandria, Asti, Cuneo e Sondrio.
    Nel successivo dossier del 2009 della candidatura Unesco furono inserite 9 Core Zone, individuate nelle province di Alessandria, Asti e Cuneo: Freisa, Barbera, Moscato di S. Stefano Belbo – Canelli, Moscato di Loazzolo, Moscato di Fontanile-Ricaldone, Barolo, Dolcetto di Dogliani, core zone 9 Grignolino/Ruchè in cui rientravano i comuni alessandrini di di Cella Monte, Ozzano, Sala Monferrato, Rosignano, Ottiglio, Olivola, Frassinello, Camagna, Vignale Monferrato; e i comuni astigiani di Casorzo, Montemagno, Grazzano Badoglio, Castagnole Monferrato, Grana, Viarigi, Scurzolengo, Portacomaro, Castell’Alfero (in particolare era stata inserita la zona della località Roggera), Calliano, Asti; per una superficie totale di 7740 ettari. La candidatura fu poi ufficialmente presentata nel gennaio 2011.
    Nel 2012 questa Candidatura venne ritenuta dall’Unesco da approfondire e modificare, snellendola e caratterizzando maggiormente i territori.
    Nel gennaio 2013 fu ripresentata la Candidatura nella configurazione attuale di 6 Core Zone anziché 9, accolta il 22 giugno 2014.

     

    Da segnalare che la Regione Piemonte ha ben 3 siti inseriti nella Lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, sul totale dei 50 siti in tutta Italia:
    - RESIDENZE SABAUDE DI TORINO E DINTORNI (riconosciuto nel 1997)
    Un gruppo di 14 residenze dei Savoia: Palazzo Reale, Palazzo Madama, Palazzo Carignano, Castello del Valentino, Villa della Regina, Palazzina di caccia di Stupinigi, Venaria Reale, Castello di Rivoli, Castello de la Mandria, Castello ducale di Agliè, Castello di Moncalieri, Castello di Racconigi, Castello di Pollenzo, Castello di Govone.
    - SACRI MONTI DEL PIEMONTE E DELLA LOMBARDIA (riconosciuto nel 2003)
    un gruppo di nove complessi sacri di cui in Piemonte: Sacro Monte di Varallo, Sacro Monte di Orta San Giulio, Sacro Monte di Crea, Sacro Monte di Oropa, Sacro Monte di Belmonte, Sacro Monte di Ghiffa, Sacro Monte di Domodossola; in Lombardia invece Sacro Monte di Varese, Sacro Monte di Ossuccio.

    Per info:
    www.paesaggivitivinicoli.it
     

     

     

    un vecchio depliant del 2009 della precedente candidatura Unesco dei Paesaggi vitivinicoli del Piemonte, che comprendeva 9 Core Zone anziché le attuali 6, tra cui quella del Grignolino che interessava Castell'Alfero

     


    Varie : Orchidee 2014
    Inviato da Admin il 11/6/2014 21:58:37 (2239 letture)

    Varie

    Tra aprile e maggio 2014 come di consueto sono fiorite nell’astigiano le Orchidee selvatiche, simili a quelle esotiche ben più appariscenti che si trovano dai fioristi e supermercati.
    Nel corso del 2010 era stata compiuta una ricerca che ha censito sul territorio della Provincia di Asti ben 42 specie di Orchidee; la stessa ricerca ha permesso di realizzare una sorta di atlante e catalogo di questi fiori: ORCHIDEE SPONTANEE DELLA PROVINCIA DI ASTI, un interessante volume di 220 pagine ricche di immagini, curato da Lorenzo Dotti e Amalita Isaja.

    Nella zona della Valle Versa ed anche a Castell'Alfero si possono trovare, più facilmente in boschi e noccioleti, soprattutto degli esemplari autoctoni di Orchidea purpurea (o Orchidea maggiore), che ha un fiore molto grande a forma di spiga-pannocchia lungo sino a 20-25 cm, che con il gambo raggiunge anche gli 80 cm; c’è anche qualche Anacamptis Morio, più scura e piccolina.
    È facile trovarle in montagna, ove ricordo una valle con a lato del sentiero centinaia di orchidee fiorite tutte uguali, naturalmente più minute rispetto le nostre.

    Sono diversi anni che in primavera cerco, tempo permettendo, questi fiori nei paraggi durante salutari passeggiate.
    Devo dire che man mano col passare degli anni son notevolmente aumentate di numero: da una dozzina di esemplari di una decina d’anni fa, son passati a una quarantina nel 2008 per poi passare a oltre un centinaio negli ultimi 3 anni, pur non intensificando particolarmente le ricerche od estendendole; probabilmente il clima ne ha favorito la diffusione, soprattutto in taluni appezzamenti, autentiche “piantagioni” dove queste orchidee trovano l’habitat ideale e si diffondo rapidamente.
    Il 2014 è stato un anno fortunato: ho trovato una nuova zona con delle orchidee con fiori molto grandi e belli.
     

    ubicazione orchidee anno 2014 anno 2013 anno 2012
      Castell'Alfero 24 35 8
      Corsione 104 136 89
      Frinco 17 38 14
      Tonco 6 8 6
      altri Comuni 64 79 9
    TOTALE 215 296 126

     

     

     

     

     

     

     


    Varie : 01.05.2014 Maestri del Lavoro
    Inviato da Admin il 30/4/2014 06:57:55 (1592 letture)

    Varie

    Giovedì 1° maggio 2014 alle ore 10.30, presso il Conservatorio Giuseppe Verdi in Piazza Bodoni a Torino, avrà luogo la cerimonia di consegna delle Stelle al Merito del Lavoro, onorificenze conferite con decreto del Presidente della Repubblica ai 99 nuovi Maestri del Lavoro del Piemonte 2014, tra cui tre astigiani.
    Parteciperà alla cerimonia l'On. Luigi Bobba, Sottosegretario di Stato al Lavoro in rappresentanza del Governo, il Prefetto di Torino e varie Autorità civili, militari e religiose del Piemonte.

    I 3 nuovi Maestri del Lavoro astigiani sono:
    - Ernesto Barbero di Canelli, 80 anni, nato a Canelli è stato dirigente tecnico di diverse industrie enologiche locali fra cui l’azienda Bosca di Canelli.
    - Luigi Massaglia di Asti, 64 anni, ingegnere è stato dirigente dell’Ufficio tecnico della Cassa di Risparmio di Asti.
    - Giorgio Morra di Asti, 63anni, è stato dirigente in diverse realtà produttive industriali, concludendo il suo percorso lavorativo presso lo stabilimento di Moncalieri della Askoll P&C di Castell’Alfero.

    Lo scorso giovedì 24 Aprile 2014 il Commissario Straordinario della Provincia di Asti Alberto Ardia, il Prefetto Dr. Pierluigi Faloni, il Vescovo Monsignor Ravinale e il Presidente della Camera di Commercio Mario Sacco avevano incontrato i tre nuovi Maestri del Lavoro astigiani, accompagnati dal Console provinciale dei MdL Gabriele Vercelli.

     

    MAESTRI DEL LAVORO
    I Maestri del Lavoro sono coloro che vengono decorati con la “Stella al Merito del Lavoro” conferita con Decreto del Presidente della Repubblica e che comporta il titolo di “Maestro del Lavoro".
    Le Leggi che riguardano “La Decorazione della Stella al Merito del Lavoro” risalgono al regio decreto 3167 del 1923, aggiornato con la Legge 2389/1952 e legge 143/1992.
    La decorazione della « Stella al merito del lavoro», istituita con regio decreto il 30 dicembre 1923, è concessa ai lavoratori ed alle lavoratrici dipendenti da imprese pubbliche e private, anche se soci di imprese cooperative, da aziende o stabilimenti dello Stato, delle regioni, delle province, dei comuni e degli enti pubblici, nonché ai lavoratori ed alle lavoratrici dipendenti da organizzazioni sindacali dei lavoratori e dei datori di lavoro e dalle associazioni legalmente riconosciute a livello nazionale, che abbiano almeno uno dei seguenti titoli:
     a) si siano particolarmente distinti per singoli meriti di perizia, laboriosità e buona condotta morale;
     b) abbiano con invenzioni o innovazioni nel campo tecnico e produttivo migliorato l’efficienza degli strumenti, delle macchine e dei metodi di lavorazione;
     c) abbiano contribuito in modo originale al perfezionamento delle misure di sicurezza del lavoro;
     d) si siano prodigati per istruire e preparare le nuove generazioni nell’attività professionale.

    Federazione Maestri del Lavoro d’Italia
    Via Barberini, 36 - 00187 Roma
    Tel. 06 5926341 - FAX 06 5924527
    presidenza@maestrilavoro.it
    www.maestrilavoro.it

     


    Varie : 29.04.2014 SS 457 chiusa a Calliano per i camion
    Inviato da Admin il 30/4/2014 06:23:55 (1391 letture)

    Varie

    Da martedì 29 Aprile 2014 mattina la SS 457 Asti-Casale è chiusa al traffico per gli automezzi con peso superiore ai 75 quintali, nell’abitato di Calliano ma nella sola direzione verso Casale.
    Questo a seguito dell’Ordinanza n° 5 dell’11/03/2014 emessa dal Sindaco di Calliano Alfredo Poli, con unica eccezione per gli autotreni con destinazione il paese per carico-scarico; multa di 84,00 euro per i trasgressori.
    Le motivazioni del provvedimento sono l’inquinamento da polveri PM10, le vibrazioni che sollecitano gli edifici attigui alla strada e la mancanza di idonei marciapiedi nella curva del Cristo.

    I mezzi pesanti che viaggiano da Asti verso Casale dovranno quindi deviare a Castell'Alfero Stazione (dove è stata collocata della opportuna segnaletica stradale verticale) sulla Strada Provinciale 22 della Valleversa, percorrendola tutta sino a Sant'Anna di Montiglio Monferrato per scollinare nella Val Cerrina e poi immettersi nel fondovalle sulla SS 590 Torino-Casale, oppure effettuare altri percorsi alternativi.

     


    Varie : 30.03.2014 torna l'Ora Legale
    Inviato da Admin il 29/3/2014 14:07:16 (1339 letture)

    Varie

    nelle prime ore di domenica 30 marzo 2014 torna l’ORA LEGALE: alle ore 2.00 si dovranno portare in avanti di un'ora le lancette degli orologi, dunque alle ore 3.00, dormendo in sostanza un'ora in meno.
    L’ora legale quest'anno rimarrà in vigore fino a domenica 26 ottobre 2014, data del ripristino dell’Ora Solare. 

    Come regola:
    - l'ora LEGALE subentra l'ultima domenica di marzo di ciascun anno.
    - l'ora SOLARE ritorna in vigore l'ultima domenica di ottobre sin dal 1996.

    In Italia l’ora legale è stata introdotta sin dal 1966, mentre nell’Unione Europea dal 1996, per motivi di risparmio energetico.
    Il calendario europeo prevede l'inizio dell’ora legale nell'ultima domenica di marzo mentre termina l’ultima domenica di ottobre, con una durata di circa sette mesi. 

    In Italia l'ora legale è stata adottata per la prima volta nel lontano 1916 ed usata fino al 1920.
    Fu poi ripristinata diverse volte tra il 1940 e il 1948.
    Dal 1966 (in periodo di piena crisi energetica) è stata utilizzata con continuità, pur con qualche variante nel corso degli anni:
    - dal 1966 al 1980 venne stabilito che l'ora legale dovesse rimanere in vigore dalla fine di maggio alla fine di settembre;
    - dal 1981 al 1995, invece, si stabilì di estenderla dall'ultima domenica di marzo all'ultima di settembre.
    Il regime definitivo è entrato in vigore nel 1996, quando si stabilì di prolungarne ulteriormente la durata dall'ultima domenica di marzo all'ultima di ottobre. 
     

     


    Varie : 05.02.2014 crollato Castello di Frinco
    Inviato da Admin il 11/2/2014 00:43:33 (3181 letture)

    Varie

    Mercoledì 5 febbraio 2014 sera è crollata una parte dell’imponente castello medievale di Frinco.
    A causa delle infiltrazioni d’acqua dovute alle insistenti piogge degli ultimi giorni il portale d’ingresso e la stradina d’accesso dell’antico maniero sono scivolati a valle, provocando anche il distacco di un attiguo corpo in muratura alto sino al tetto.
    Le tante macerie si sono accumulate sul piccolo piazzale della chiesa Natività della Beata Vergine Maria e sull’attigua via Castello, oltre che nel giardino della casa di Irma Avidano, nativa di Castell’Alfero, che al momento del crollo si trovava ancora nell’abitazione pur avendo ricevuto l’ingiunzione di sgombero da oltre un mese, vista la precaria stabilità di una parte del sovrastante castello.
    Infatti lo scorso 23 dicembre 2013, con l’ “Ordinanza di interdizione e sgombero cautelare per rischio crollo” il Sindaco di Frinco Carlo Conti aveva di fatto interdetto l’utilizzo della Chiesa parrocchiale Natività della Beata Vergine Maria, la chiusura di un tratto di Via Castello e lo sgombero di 3 abitazioni adiacenti, tutte sottostanti al maniero.
    Questo dopo che i fessurimetri collocati appositamente sin dal 2012 avevano evidenziato un lento e costante movimento di scivolamento di parte della struttura del castello.

    Lo stesso castello che domina l’abitato di Frinco ora mostra un triste spaccato su tre livelli della sua antica struttura.
     

     

    il castello di Frinco dopo il crollo del 5 febbraio 2014

     

    il castello frinchese come appariva integro nel 2011

     

     

     


    Varie : 15.11.2013 obbligo gomme invernali o catene
    Inviato da Admin il 16/11/2013 00:42:04 (1186 letture)

    Varie

    dal 15 novembre 2013 al 31 marzo 2014 sull’intera rete viaria della Provincia di Asti gli autoveicoli circolanti dovranno essere muniti di pneumatici invernali (riportanti l’indicazione M+S) idonei alla marcia su neve o su ghiaccio oppure devono avere a bordo mezzi antisdrucciolevoli (catene e similari). 
    Nel caso di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio gli obblighi prescritti hanno validità anche oltre il periodo indicato.
    Le prescrizioni sono rese note mediante specifica segnaletica.
    L’inosservanza della prescrizione comporta l’applicazione della sanzione amministrativa prevista dall’articolo 6, comma 14 del D.Lgs.vo 30 aprile 1992, n. 285.

     


    Varie : 27.10.2013 si torna all'Ora Solare
    Inviato da Admin il 22/10/2013 01:06:18 (1307 letture)

    Varie

    domenica 27 ottobre 2013 alle ore 3.00 si ritorna all'ORA SOLARE: si dovranno riportare  le lancette degli orologi indietro alle ore 2.00, ora solare effettiva.

    L'ora solare ritorna in vigore l'ultima domenica di ottobre sin dal 1996.
    L'ora legale subentra da allora l'ultima domenica di marzo di ciascun anno.

    In Italia l’ora legale è stata introdotta sin dal 1966, mentre nell’Unione Europea dal 1996, per motivi di risparmio energetico.
    Il calendario europeo prevede l'inizio dell’ora legale nell'ultima domenica di marzo mentre termina l’ultima domenica di ottobre, con una durata di circa sette mesi. 

    L'ora legale è stata adottata per la prima volta in Italia nel lontano 1916 ed usata fino al 1920.
    Fu poi ripristinata diverse volte tra il 1940 e il 1948.
    Dal 1966 (in periodo di piena crisi energetica) è stata utilizzata con continuità, pur con qualche variante nel corso degli anni:
    - dal 1966 al 1980 venne stabilito che l'ora legale dovesse rimanere in vigore dalla fine di maggio alla fine di settembre;
    - dal 1981 al 1995, invece, si stabilì di estenderla dall'ultima domenica di marzo all'ultima di settembre.
    Il regime definitivo è entrato in vigore nel 1996, quando a livelllo di Unione Europea si stabilì di prolungarne ulteriormente la durata dall'ultima domenica di marzo all'ultima di ottobre.

    Il prossimo ritorno all'ora legale è fissato per le ore 2.00 di domenica 30 marzo 2014.

     


    Varie : cercasi Coordinatore CTM a Castell'Alfero
    Inviato da Admin il 17/10/2013 23:23:04 (2594 letture)

    Varie

    la cooperativa sociale Mago di Oz ricerca un Coordinatore Educativo per Comunità Terapeutica per Minori da assumere con sede di lavoro a Castell’Alfero, con inizio da gennaio 2014.

    Figura professionale: Coordinatore CTM (Comunità Terapeutica per Minori)
    Inizio attività: gennaio 2014
    Giorni: dal Lunedì al venerdì
    Monte ore settimanale: 38 ore
    Tipo contratto: Temporaneo
    Figura Professionale: Coordinatore Educativo
    Ambito: Minori psichiatria
    Sede: Castell'Alfero (AT)
    Servizio presso: Comunità Terapeutica per Minori Età 10-14 anni
    Titoli: educatore professionale valenza sanitaria e laurea in riabilitazione psichiatrica con tre anni di esperienza
    Preferenze: Esperienza in servizi residenziali per minori e di coordinamento servizi

    Qui l'annuncio:
    http://www.coopmatch.it/pagCoopAnDettaglio.asp?richiesta_ID=1109&coop_ID=2012-07-25T15:26:52.310&nombut=1


    Per informazioni:
    MAGO DI OZ SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE ONLUS
    Galleria Volta 22 - Acqui Terme (AL)
    Tel. 0144 57339 - Fax 0144 326170
    www.consorziocoala.org/cooperativa?id=7
     


    Varie : Gita in Svizzera per ascoltare Iviglia
    Inviato da Admin il 8/9/2013 12:24:13 (1293 letture)

    Varie

    Sabato 5 ottobre 2013 l'Enrico Iviglia Fan's Club organizza una gita a Visp (Svizzera) per assistere all'opera IL TURCO IN ITALIA di Gioacchino Rossini, dramma buffo in due atti con libretto di Felice Romani.
    Il tenore castellalferese Enrico Iviglia canterà nel ruolo di Don Narciso.

    PROGRAMMA
    Partenza pullman ore 7.00 da Asti Piazza I° Maggio, ore 7.15 da Castell'Alfero Piazza Mazzini e successivamente davanti alla ex Macelleria Iviglia in via Casale.
    In mattinata arrivo nella cittadina svizzera di Visp (distante circa 250 km), pranzo presso ristorante e nel pomeriggio visita della città, possibilità di poter cambiare l'abito presso struttura ricettiva.
    Alle ore 19.30 si assisterà presso il Teatro La Poste di Visp all'opera "Il Turco In Italia", con il tenore Enrico Iviglia nel ruolo di Narciso.
    Al termine dell'opera rientro a casa in tarda notte.

    Costo della gita € 100,00
    Acconto € 50,00

    La quota comprende:
    - viaggio in autobus G.T.
    - pranzo al ristorante
    - biglietto per assistere all'Opera "Il Turco in Italia"
    Ricordarsi carta d'identità valida per la Svizzera

    Per prenotazioni e informazioni:
    Elisa Taffarello (Responsabile Enrico Iviglia fan's club) tel. 339 2638060
    elisataffy@gmail.com


    IL TURCO IN ITALIA
    di Gioachino Rossini
    Dramma buffo in due atti

    Libretto: Felice Romani
    La prima rappresentazione fu fatta al Teatro alla Scala a Milano, il 14 agosto 1814
    Personaggi:
    Selim, principe turco che viaggia
    Donna Fiorilla, donna capricciosa ma onesta
    Don Geronio, uomo debole e pauroso
    Don Narciso, cavaliere servente di Donna Fiorilla
    Prosdocimo, poeta e conoscente di Don Geronio
    Zaida, un tempo schiava e promessa sposa di Selim, poi zingara
    Albazar, prima confidente di Selim, poi zingaro seguace e confidente di Zaida

     



    Le ultime sul sito
    Oggi · Ieri · Settimanali O  I  S 

    Non ci sono nuove negli ultimi 7 giorni
    Informazioni Turistiche   dove mangiare   dove dormire
    vai al Gruppo eventi castellalferesi su Facebook  segui Castell'Alfero su Twitter  mantieniti sempre aggiornato sulle notizie di Castell'Alfero, ISCRIVITI ai feed di castellalfero.net!  cerca su Youtube i filmati che riguardano Castell'Alfero
    fai un tour turistico virtuale di Castell'Alfero in 2D o 3D con Google Street View  vedi le foto di Castell'Alfero sulla mappa satellitare di Panoramio  vedi le foto di Castell'Alfero pubblicate su Flikcr  il Comitato Palio di Castell'Alfero che partecipa al Palio di Asti
    visita il sito web Comunale UFFICIALE
    come e dove sposarsi con rito civile a Castell'Alfero
    Castell'Alfero App e Web-app per smartphone

    Cerca nel sito

    Previsioni Meteo

    Si festeggia oggi
    Mercoledý 12 maggio 2021
    S.S. Nereo, Achilleo e Domitilla

    Foto del Giorno

    Notizie recenti
     · 6-7.10.2018 La mela dell'AISM
     · 07.10.2018 visite guidate a Castello e Museo
     · Wiki Loves Monuments Italia 2018
     · 28.09.2018 Gara di torte
     · 28.09.2018 validazione Area elisoccorso
     · Guida Tv silvestriana dal 23 al 29 settembre
     · 21.09.2018 La pi¨ grande notte delle chitarre
     · Mostra I linguaggi diversi dell'arte
     · Guida Tv silvestriana dal 16 al 22 settembre
     · 16.09.2018 ingresso ufficiale di Don Sganga a Callianet..
     · Guida Tv silvestriana dal 9 al 15 settembre
     · 8-9.09.2018 Callianetto al Festival delle Sagre
     · Calendario scolastico 2018-19 Istituto Comprensivo
     · 04.09.2018 in edicola AVENGERS: INFINITY WAR
     · Guida Tv silvestriana dal 2 all'8 settembre
     · 02.09.2018 Convegno sui Religiosi di Frinco
     · 31.08.2018 LP picture disc AVENGERS: INFINITY WAR
     · 31.08-03.09.2018 Castello in arte
     · 02.09.2018 Palio di Asti
     · 29.08.2018 gli home video di AVENGERS: INFINITY WAR
     · 31.08-04.09.2018 Festa Patronale di Castell'Alfero
     · 31.08.2018 Cena propiziatoria al Palio di Asti
     · Guida Tv silvestriana dal 26/08 al 1░/09
     · 26.08.2018 Festa Chiesa della Stazione
     · 26.08.2018 visite guidate a Castello e Museo
     · 20.08.2018 Gita della Riconoscenza

    Chi Ŕ online
     3 visitatori
     0 iscritti

    Sei un Anonimo.
    REGISTRATI ORA!