benvenuto su Castell'Alfero.net


Guida Tv silvestriana dal 19 al 25 novembre
Argomento: Alan Silvestri Data: 19/11/2017

Nella settimana dal 19 al 25 novembre 2017 vi sono ben 6 appuntamenti in tv sui principali canali nazionali gratuiti con film e documentari la cui colonna sonora è stata realizzata da Alan Silvestri, Cittadino Onorario di Castell'Alfero. 

Su RETE 4 domenica 19 novembre 2017 alle ore 21.15 verrà trasmesso il film  FORREST GUMP di Robert Zemeckis con Tom Hanks, Robin Wright Penn, Gary Sinise, Mykelti Williamson, Sally Field, Michael Humphreys.
Film commedia del 1994 della durata di 136 minuti, il titolo originale americano rimane “Forrest Gump”.
La pellicola uscì nei cinema USA il 6 luglio 1994, mentre in Italia il 6 ottobre dello stesso anno.
Costato circa 55 milioni di dollari ne ha incassati quasi 680 milioni; è uno dei film più visti in assoluto nella storia del cinema. 

PREMI
In totale Forrest Gump ha vinto 38 premi e ha ricevuto altre 38 nominations.
Vinse 6 Oscar su 13 Nomination ricevute, fra queste quella di Alan Silvestri per la Miglior Colonna Sonora; per lo stesso motivo Silvestri ricevette anche la Nomination per il Golden Globe ed il Saturn Award.

LA TRAMA
Come una piuma che lieve ondeggia sospinta dal vento, Forrest Gump è il simbolo della purezza d’animo, che attraversa gli eventi cruciali della storia americana guidato dal buon senso (infusogli dalla saggia e premurosa madre), dall’amicizia (quella immediata con Bubba – compagno in Vietnam e poi mentore per l’avventura da pescatore di gamberi – e quella sofferta con il tenente Dan, cui la guerra ha tolto non solo le gambe ma anche la voglia di vivere) e dall’amore incondizionato per Jenny, amica d’infanzia segnata dai dolori della vita. Dei suoi amici e delle sue incredibili imprese Forrest racconta appassionato a chi, di volta in volta, condivide con lui la panchina alla fermata dell’autobus. Anche lui ne aspetta uno, quello che finalmente lo riporterà da Jenny, ora pronta a sposarlo e regalargli un figlio. 

LA COLONNA SONORA di Alan Silvestri
La svolta stilistica dello stile silvestriano si dischiude in uno score di profonda ispirazione. La struttura armonico-melodica e il principio di orchestrazione del memorabile tema della piuma (“I’m Forrest… Forrest Gump”) certificano l’adesione ai canoni dello stile sinfonico americana e la predilezione per la limpidezza dell’apporto pianistico, mentre la gloriosa enunciazione del motivo redatto per le interminabili corse del protagonista (“Run Forrest Run”) sottolinea lo scioglimento dalle contrazioni metronomiche delle passate intelaiature ritmiche. Considerato il capolavoro dell’autore, lo score ha aperto un nuovo corso artistico e un rinnovato apprezzamento della critica, da cui è scaturita la prima nomination all’Oscar.

CD DELLA COLONNA SONORA realizzata da Alan Silvestri
Forrest Gump
Epic Soundtrax 476941 2/477369 2

 

 

Su FOCUS (canale 56 del Digitale Terrestre)  lunedì 20 novembre 2017 alle ore 01.05 verrà trasmesso il documentario SOPRAVVISSUTI ALL'APOCALISSE 2° episodio di COSMOS. ODISSEA NELLO SPAZIO, la serie televisiva di divulgazione scientifica composta da 13 episodi che sono impreziositi dalla colonna sonora composta dal musicista americano Alan Silvestri, Cittadino Onorario di Castell’Alfero, musiche che gli sono valse ben 2 Emmy Awards, prestigiosi premi considerati l'equivalente del Premio Oscar in ambito televisivo.
La prima messa in onda negli Stati Uniti di questo documentario, il cui titolo originale è "Some of the Things That Molecules Dot", fu domenica 16 marzo 2014, mentre in Italia domenica 23 marzo 2014 su National Geographic Channel Italia.

COSMOS: ODISSEA NELLO SPAZIO - la serie di documentari
Gli interessanti documentari della durata di circa 45 minuti, condotti dal celebre astrofisico statunitense Neil deGrasse Tyson hanno richiesto 6 anni di lavoro e sono stati girati in diverse parti del mondo tra cui l’Italia; il programma utilizza la più moderna computer grafica ed immagini in alta definizione, contiene interviste ai più importanti studiosi e dei cartoons che ricostruiscono vicende scientifiche, con le voci di varie celebrità hollywoodiane. È il sequel-remake della serie del 1980 COSMOS. A PERSONAL VOYAGE (in Italia trasmesso con il titolo “Cosmo”), uno dei principali programmi televisivi di divulgazione scientifica di sempre (la serie composta da 13 episodi fu vista da oltre 750 milioni di persone in oltre 175 Nazioni), ideato e condotto da Carl Sagan, fra i più famosi astrofisici del ventesimo secolo.

LA TRAMA
La vita è in continua trasformazione. Analizziamo la possibile evoluzione della vita nel contesto cosmico e ripercorriamo la storia dei sopravvissuti alle estinzioni di massa.
L'episodio illustra diversi aspetti dell'origine della vita e dell'evoluzione. Neil deGrasse Tyson descrive sia la selezione artificiale attraverso l'allevamento selettivo, usando l'esempio sia della domesticazione dei lupi per i cani e sia della selezione naturale che ha creato specie come gli orsi polari. Tyson mostra poi come funzionano i DNA, i geni e la mutazione e come questi hanno portato alla diversità delle specie rappresentate dall'albero della vita, compresi gli organi complessi come l'occhio come elemento comune. Si affronta poi l’argomento dell'estinzione di varie specie e dei cinque grandi eventi che causarono l’estinzione di numerose specie sulla Terra, e si vedrà come alcuni altri animali, come il tardigrado, furono in grado di sopravvivere e di continuare la vita. DeGrasse ipotizza la possibilità della vita su altri pianeti, come la luna di Saturno Titano, e affronta la teoria dell'abiogenesi sull’origine della vita sulla Terra possibile dalla materia. L'episodio si conclude con una curiosa animazione del cosmo che mostra l'evoluzione della vita a partire da una singola cellula sino all'umanità odierna.

CD DELLA COLONNA SONORA
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 1 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 381    (pubblicato in cd: 13.06.2017

COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 2 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 386   (pubblicato in cd: 11.09.2017)
 
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 3 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 388   (pubblicato in cd: 14.11.2017)

 

 

Su FOCUS (canale 56 del Digitale Terrestre)  lunedì 20 novembre 2017 alle ore 22.10 verrà trasmesso il documentario LA FINE DEL VIAGGIO 13° e ultimo episodio di COSMOS. ODISSEA NELLO SPAZIO, la serie televisiva di divulgazione scientifica composta da 13 episodi che sono impreziositi dalla colonna sonora composta dal musicista americano Alan Silvestri, Cittadino Onorario di Castell’Alfero, musiche che gli sono valse ben 2 Emmy Awards, prestigiosi premi considerati l'equivalente del Premio Oscar in ambito televisivo.
La prima messa in onda negli Stati Uniti di questo documentario, il cui titolo originale è "Unafraid of the Dark", fu domenica 1° giugno 2014, mentre in Italia domenica 8 giugno 2014 su National Geographic Channel Italia.

COSMOS: ODISSEA NELLO SPAZIO - la serie di documentari
Gli interessanti documentari della durata di circa 45 minuti, condotti dal celebre astrofisico statunitense Neil deGrasse Tyson hanno richiesto 6 anni di lavoro e sono stati girati in diverse parti del mondo tra cui l’Italia; il programma utilizza la più moderna computer grafica ed immagini in alta definizione, contiene interviste ai più importanti studiosi e dei cartoons che ricostruiscono vicende scientifiche, con le voci di varie celebrità hollywoodiane. È il sequel-remake della serie del 1980 COSMOS. A PERSONAL VOYAGE (in Italia trasmesso con il titolo “Cosmo”), uno dei principali programmi televisivi di divulgazione scientifica di sempre (la serie composta da 13 episodi fu vista da oltre 750 milioni di persone in oltre 175 Nazioni), ideato e condotto da Carl Sagan, fra i più famosi astrofisici del ventesimo secolo.

LA TRAMA
Dopo aver viaggiato dal centro dell'atomo fino agli orizzonti del cosmo, giungiamo alla fine di questa avventura. Per completare l'esperienza, cimentiamoci in un duro esperimento.
Tyson conduce a scoprire uno dei più grandi misteri dell'universo: l'energia oscura. Gli studi dell’astronomo svizzero Fritz Zwicky (1898 - 1974), che scoprì numerose supernove, sui raggi cosmici hanno spianato la strada per comprendere la ”energia oscura” e la “materia oscura”, forze sconosciute dell'universo che travolgono la forza gravità su grande scala.
Sappiamo meno ora dell'universo che gli studiosi europei prima della scoperta delle Americhe. Tutti quei miliardi di galassie, tutte quelle stelle, pianeti e lune che conosciamo ammontano in realtà a un misero 4 per cento di ciò che ci attende veramente là fuori nello spazio. Questa consapevolezza è l'umiltà che contraddistingue la scienza dalle altre attività umane. Si assapora il fatto che i misteri più grandi, misteri come l’energia oscura, ancora ci attendono.
Gli scienziati iniziarono a ipotizzare e studiare con assiduità l'esistenza della materia oscura negli anni ’70 e nel 2008 fu individuata attraverso il telescopio Canada-France-Hawaii Telescope (CFHT) installato nelle isole Hawaii. La sua scoperta non avrebbe solo risposto al quesito sulla mancanza di massa negli ammassi di galassie, ma avrebbe avuto conseguenze di ben più larga portata sulla capacità dell'uomo di predire l'evoluzione e il destino dell'Universo.
Tyson infine parla del disco dorato “Voyager Golden Record “ audio-video posizionato sulle sonde spaziali Voyager 1 e 2 inviate nel 1977 nello spazio per studiare prima il Sistema Solare e poi lo spazio intergalattico. Questo disco è stato creato nel caso in cui la navicella sia intercettata da forme di vita intelligente provenienti da altri sistemi planetari. Ciascun disco riporta sia graficamente che in formato digitale fotografie della Terra e di forme di vita terrestre, informazioni scientifiche, saluti vocali di persone in 55 lingue (ad esempio quello del Segretario generale delle Nazioni Unite, del Presidente degli Stati Uniti e di bambini) e un medley di suoni del nostro pianeta (canti di balene, un bambino che piange, onde che si infrangono su una spiaggia…), e una collezione di musica, tra cui opere classiche orientali ed occidentali e di varie etnie; tutti messaggi che rivelano la presenza di vita sulla Terra.
L'episodio si conclude con il discorso di Carl Sagan (1934 - 1996), ideatore nel 1980di “Cosmos: A Personal Voyage”, sul pianeta Terra vista come il "Pallido punto blu", tratto dal suo libro “Pale Blue Dot: una visione del futuro umano nello spazio” del 1994.

CD DELLA COLONNA SONORA
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 1 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 381    (pubblicato in cd: 13.06.2017

COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 2 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 386   (pubblicato in cd: 11.09.2017)
 
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 3 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 388   (pubblicato in cd: 14.11.2017)

 

 

Su RAI 4 martedì 21 novembre 2017 alle ore 21.00 verrà trasmesso il film TOMB RAIDER - LA CULLA DELLA VITA del regista Jan De Bont  ed interpretato da Angelina Jolie, Christopher Barrie, Noah Taylor, Ciaran Hinds, Gerard Butler, Djimon Hounsou, Til Schweiger, Simon Yan.
Si tratta di un film d'avventura del 2003 della durata di 117 minuti, il cui titolo originale è “Lara Croft - Tomb Raider: The Cradle Of Life”.
Il film uscì nelle sale degli USA il 25 luglio 2003, mentre in Italia il 23 ottobre dello stesso anno.
Costato circa 90 milioni di dollari ne ha poi incassati quasi 160 milioni nelle sale cinematografiche.

TRAMA
Nuove avventure per l’intrepida archeologa Lara Croft. Sepolto nei mari del mediterraneo, custodito al centro di un tempio dimenticato da secoli, viene ritrovato, sotto forma di sfera luccicante, il famigerato Vaso di Pandora. Il reperto viene sottratto a Lara da un ricco scienziato intenzionato ad usarlo per il proprio tornaconto personale. Se aperto dalle mani sbagliate, il Vaso potrà rivelarsi fonte di apocalittiche calamità. Starà a Lara e al suo fedele manipolo di ricercatori assicurare la giusta collocazione ad una così importante scoperta

LA COLONNA SONORA di Alan Silvestri
La risposta contemporanea al sincretismo silvestriano orchestra-elettronica. Le modalità action del Silvestri più recente convivono egregiamente con l’ambient e la techno music. Il compositore bilancia con estrema efficacia synth, drumkit e sinfonismo (l’intelaiatura orchestrale risente del precedente score per La Mummia Il Ritorno), vestendo questa avventura hi-tech di un commento al passo con i tempi, all’insegna di un sofisticato cross-over sintetico.

CD DELLA COLONNA SONORA
Lara Croft Tomb Raider: The Cradle Of Life
Varèse Sarabande VSD 6502

 

 

Su FOCUS (canale 56 del Digitale Terrestre)  venerdì 24 novembre 2017 alle ore 23.00 verrà trasmesso il documentario ENERGIE ALTERNATIVE 12° episodio di COSMOS. ODISSEA NELLO SPAZIO, la serie televisiva di divulgazione scientifica composta da 13 episodi che sono impreziositi dalla colonna sonora composta dal musicista americano Alan Silvestri, Cittadino Onorario di Castell’Alfero, musiche che gli sono valse ben 2 Emmy Awards, prestigiosi premi considerati l'equivalente del Premio Oscar in ambito televisivo.
La prima messa in onda negli Stati Uniti di questo documentario, il cui titolo originale è "The World Set Free", fu domenica 25 maggio 2014, mentre in Italia domenica 1° giugno 2014 su National Geographic Channel Italia.

COSMOS: ODISSEA NELLO SPAZIO - la serie di documentari
Gli interessanti documentari della durata di circa 45 minuti, condotti dal celebre astrofisico statunitense Neil deGrasse Tyson hanno richiesto 6 anni di lavoro e sono stati girati in diverse parti del mondo tra cui l’Italia; il programma utilizza la più moderna computer grafica ed immagini in alta definizione, contiene interviste ai più importanti studiosi e dei cartoons che ricostruiscono vicende scientifiche, con le voci di varie celebrità hollywoodiane. È il sequel-remake della serie del 1980 COSMOS. A PERSONAL VOYAGE (in Italia trasmesso con il titolo “Cosmo”), uno dei principali programmi televisivi di divulgazione scientifica di sempre (la serie composta da 13 episodi fu vista da oltre 750 milioni di persone in oltre 175 Nazioni), ideato e condotto da Carl Sagan, fra i più famosi astrofisici del ventesimo secolo.

LA TRAMA
Durante il viaggio, arriviamo su una spiaggia idilliaca di Venere. Inoltre, concludiamo con una visione di cosa potrebbe riservarci il futuro da un punto di vista scientifico e tecnico.
L’episodio inizia con un viaggio in un altro pianeta e nel tempo: una spiaggia idilliaca durante l'ultimo giorno perfetto sul pianeta Venere, proprio prima che un incontrollato, devastante e repentino effetto serra semini il terrore sul pianeta, col ribollire degli oceani e col cielo di un colore giallo nauseante. Dall’esame dei dati inviati da sonde inviate su Venere, si è stabilito che questo pianeta una volta aveva oceani e l'atmosfera, ma a causa del rilascio di anidride carbonica dovuto ad imponenti eruzioni vulcaniche, un velocissimo effetto serra ha causato il brusco innalzamento delle temperature della superficie e l’ebollizione degli oceani.
Si passano poi ad analizzare ed esaminare i principali cambiamenti climatici avvenuti nel tempo sul pianeta Terra e nell’atmosfera terrestre, in particolare si illustrano la natura dell'effetto serra e le prove che dimostrano l'influenza del riscaldamento globale dovuto al comportamento dell'umanità.
Neil ripercorre la sorprendente lunga storia della consapevolezza umana del riscaldamento globale e della conseguente evoluzione tecnologica delle fonti di energia alternativa e sostenibile, viaggiando con un’astronave a ritroso nel tempo per conoscere alcuni nodi critici della storia della Terra.
Tyson rileva poi l’importanza della quantità di anidride carbonica nell'atmosfera che può influenzare il clima terrestre a causa dell'effetto serra, e che i livelli di anidride carbonica sono aumentati dall'inizio del 20° secolo. La scienza ha dimostrato che questo sia causato dall’utilizzo da parte dell'uomo di petrolio, carbone e gas anziché da eruzioni vulcaniche a causa del biossido di carbonio. L'aumento di anidride carbonica ha portato ad un aumento delle temperature, provocando il graduale scioglimento delle calotte polari.
Già nel 1896 lo scienziato svedese Svante August Arrhenius (1859 – 1927) pubblicò un articolo scientifico sull’emissione di anidride carbonica dovuta alle attività dell’uomo, seguito poi da quelli di E.O. Hurlbut nel 1930 e dall’ingegnere e inventore inglese Guy Stewart Callendar (1898 – 1964).
Tyson osserva poi che gli esseri umani hanno scoperto da molto tempo come raccogliere ed utilizzare l’energia solare: alla Fiera Mondiale Expo 1878 di Parigi l’inventore francese Augustin Mouchot (1825 – 1911) vinse una Medaglia d'oro per il suo concentratore solare che permetteva la fabbricazione di ghiaccio. Nel 1913 l’inventore americano Frank Shuman (1862 - 1918) costruì un impianto di irrigazione alimentando il motore della pompa tramite una serie di specchi solari in Egitto, realizzando la prima centrale termica solare con l'obiettivo di trasformare parte del Sahara in campi coltivati.
Tyson fa notare che in entrambi i casi il basso costo e la facilità di utilizzo sia del carbone che del petrolio avevano fatto abbandonare a quei tempi lo sviluppo di quelle interessanti invenzioni.
Oggi gli impianti solari ed eolici sarebbero facilmente in grado di raccogliere abbastanza energia solare dal sole: Tyson analizza le motivazioni e gli sforzi per passare a queste forme pulite di energia e sottolinea che non è troppo tardi per l'umanità per correggere il suo futuro.
Il titolo originale dell'episodio richiama quello dell’omonimo romanzo dello scrittore inglese HG Wells (1866 – 1946) pubblicato nel 1914, “The World Set Free” (in Italia venduto col titolo: La liberazione del mondo), dove Wells predice che l'umanità svilupperà armi nucleari distruttive, provocando una guerra globale devastante e costringendo poi il mondo a ritornare sui suoi passi, creando una nuova società che sfrutterà pacificamente la potenza dell'energia atomica.

CD DELLA COLONNA SONORA
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 1 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 381    (pubblicato in cd: 13.06.2017

COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 2 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 386   (pubblicato in cd: 11.09.2017)
 
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 3 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 388   (pubblicato in cd: 14.11.2017)

 

 

Su FOCUS (canale 56 del Digitale Terrestre)  sabato 25 novembre 2017 alle ore 14.20 verrà trasmesso il documentario LA FINE DEL VIAGGIO 13° e ultimo episodio di COSMOS. ODISSEA NELLO SPAZIO, la serie televisiva di divulgazione scientifica composta da 13 episodi che sono impreziositi dalla colonna sonora composta dal musicista americano Alan Silvestri, Cittadino Onorario di Castell’Alfero, musiche che gli sono valse ben 2 Emmy Awards, prestigiosi premi considerati l'equivalente del Premio Oscar in ambito televisivo.
La prima messa in onda negli Stati Uniti di questo documentario, il cui titolo originale è "Unafraid of the Dark", fu domenica 1° giugno 2014, mentre in Italia domenica 8 giugno 2014 su National Geographic Channel Italia.

COSMOS: ODISSEA NELLO SPAZIO - la serie di documentari
Gli interessanti documentari della durata di circa 45 minuti, condotti dal celebre astrofisico statunitense Neil deGrasse Tyson hanno richiesto 6 anni di lavoro e sono stati girati in diverse parti del mondo tra cui l’Italia; il programma utilizza la più moderna computer grafica ed immagini in alta definizione, contiene interviste ai più importanti studiosi e dei cartoons che ricostruiscono vicende scientifiche, con le voci di varie celebrità hollywoodiane. È il sequel-remake della serie del 1980 COSMOS. A PERSONAL VOYAGE (in Italia trasmesso con il titolo “Cosmo”), uno dei principali programmi televisivi di divulgazione scientifica di sempre (la serie composta da 13 episodi fu vista da oltre 750 milioni di persone in oltre 175 Nazioni), ideato e condotto da Carl Sagan, fra i più famosi astrofisici del ventesimo secolo.

LA TRAMA
Dopo aver viaggiato dal centro dell'atomo fino agli orizzonti del cosmo, giungiamo alla fine di questa avventura. Per completare l'esperienza, cimentiamoci in un duro esperimento.
Tyson conduce a scoprire uno dei più grandi misteri dell'universo: l'energia oscura. Gli studi dell’astronomo svizzero Fritz Zwicky (1898 - 1974), che scoprì numerose supernove, sui raggi cosmici hanno spianato la strada per comprendere la ”energia oscura” e la “materia oscura”, forze sconosciute dell'universo che travolgono la forza gravità su grande scala.
Sappiamo meno ora dell'universo che gli studiosi europei prima della scoperta delle Americhe. Tutti quei miliardi di galassie, tutte quelle stelle, pianeti e lune che conosciamo ammontano in realtà a un misero 4 per cento di ciò che ci attende veramente là fuori nello spazio. Questa consapevolezza è l'umiltà che contraddistingue la scienza dalle altre attività umane. Si assapora il fatto che i misteri più grandi, misteri come l’energia oscura, ancora ci attendono.
Gli scienziati iniziarono a ipotizzare e studiare con assiduità l'esistenza della materia oscura negli anni ’70 e nel 2008 fu individuata attraverso il telescopio Canada-France-Hawaii Telescope (CFHT) installato nelle isole Hawaii. La sua scoperta non avrebbe solo risposto al quesito sulla mancanza di massa negli ammassi di galassie, ma avrebbe avuto conseguenze di ben più larga portata sulla capacità dell'uomo di predire l'evoluzione e il destino dell'Universo.
Tyson infine parla del disco dorato “Voyager Golden Record “ audio-video posizionato sulle sonde spaziali Voyager 1 e 2 inviate nel 1977 nello spazio per studiare prima il Sistema Solare e poi lo spazio intergalattico. Questo disco è stato creato nel caso in cui la navicella sia intercettata da forme di vita intelligente provenienti da altri sistemi planetari. Ciascun disco riporta sia graficamente che in formato digitale fotografie della Terra e di forme di vita terrestre, informazioni scientifiche, saluti vocali di persone in 55 lingue (ad esempio quello del Segretario generale delle Nazioni Unite, del Presidente degli Stati Uniti e di bambini) e un medley di suoni del nostro pianeta (canti di balene, un bambino che piange, onde che si infrangono su una spiaggia…), e una collezione di musica, tra cui opere classiche orientali ed occidentali e di varie etnie; tutti messaggi che rivelano la presenza di vita sulla Terra.
L'episodio si conclude con il discorso di Carl Sagan (1934 - 1996), ideatore nel 1980di “Cosmos: A Personal Voyage”, sul pianeta Terra vista come il "Pallido punto blu", tratto dal suo libro “Pale Blue Dot: una visione del futuro umano nello spazio” del 1994.

CD DELLA COLONNA SONORA
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 1 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 381    (pubblicato in cd: 13.06.2017

COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 2 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 386   (pubblicato in cd: 11.09.2017)
 
COSMOS: A SPACETIME OSYSSEY - VOLUME 3 Original Music From The TV Series
Intrada Special Collection Volume ISC 388   (pubblicato in cd: 14.11.2017)

 

----------------------------------------------------------------------------------------------------
trama e commento alla colonna sonora film di Giuliano Tomassacci




Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

L'indirizzo Web per questa notizia :
http://www.castellalfero.net/public/x/article.php?storyid=2930