benvenuto su Castell'Alfero.net


24.11.2008 premiati Ristoranti castellalferesi
Argomento: Enogastronomia Data: 22/11/2008

dal 22 al 24 novembre 2008 si svolge a Torino l'edizione autunnale piemontese di Golosaria, evento che celebra il gusto promosso da Club di Papillon. 
Lunedì 24 novembre verrà presentata nella Piazza dei Mestieri di via Jacopo Durandi 13 la diciasettesima edizione della “Guida Critica Golosa al Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Costa Azzurra 2009” guida enogastronomica curata da Paolo Massobrio. 
Nell'occasione saranno anche premiati i locali che si sono guadagnati le migliori menzioni della guida, fra questi figurano due Ristoranti castellalferesi.

Il volume di 672 pagine edito da Comunica Edizioni, dal costo di 16,90 euro, segnala 1.000 ristoranti, osterie e vinerie e 1.300 negozi e produttori di cose buone.

Nella redazione della guida Paolo Massobrio si è avvalso della collaborazione del Club di Papillon per segnalare con i “faccini radiosi” i ristoranti che rappresentano il massimo della ristorazione regionale, e contrassegnare con la “corona radiosa” i locali dalla tavola perfetta. 
In Piemonte la corona radiosa è stata assegnata a 22 locali, 3 in provincia di Asti; fra questi si conferma L'Osteria del castello - da Marisa di Castell'Alfero.

Un altro riconoscimento che assegna la GuidaCriticaGolosa sono le faccine radiose, che vengono conferite a ristoranti  di ottima qualità.
In Piemonte vi sono 41 faccine radiose così ripartite per provincia: Cuneo 16, Torino con 8, Asti 6, Alessandria 5, Vercelli 3, Novara 2, Verbania 1.
Fra i 6 locali astigiani vi è il Ristorante del Casot di Castell'Alfero.

Prossimo appuntamento con Golosaria sarà per il week end 6 - 8 marzo 2009, in cui si svolgerà la terza edizione di Golosaria nel Monferrato, rassegna di cultura e gusto del Club di Papillon dedicata alla scoperta di quest'area del Piemonte ricca di storia, cultura ed enogastronomia.




Questo articolo proviene da Castell'Alfero.net
http://www.castellalfero.net/public/x

L'indirizzo Web per questa notizia :
http://www.castellalfero.net/public/x/article.php?storyid=750